logo san paolo
martedì 19 marzo 2019
 

«L'errore più grande della camorra? Uccidere don Diana»

dossier

«Il suo omicidio scatenò un meccanismo di ribellione. Attorno alla sua figura abbiamo creato senso di appartenenza: bisogna sentirsi in tanti per riuscire a cambiare le cose», dice oggi Valerio Taglione, presidente del Comitato don Diana. Viaggio a Casa Don Diana, bene confiscato alla criminalità organizzata e trasformato in polo di promozione sociale

Commenta
0
 
I vostri commenti

    L'articolo non ha ancora alcun commento

    Essere papà oggi

    Cinquantenni, padri pallidi?


    Una ricerca dell'Università Cattolica "Giovani in transizione e padri di famiglia" descrive gli uomini nati negli anni Sessanta, genitori di figli giovani adulti, come papà pallidi ovvero presenti ma spaesati, poco normativi e iperprotettivi. Ne parliamo con Camillo Regalia, direttore del Centro di Ateneo studi e ricerche sulla famiglia che ha curato la pubblicazione

     
    Libano

    Inaugurata nella base Unifil di Shama, sud del Libano, la prima chiesa cattolica di rito latino del Paese. Una costruzione alla quale hanno contribuito cristiani e musulmani e dedicata a "Maria, Decor Carmeli e San Giovanni XXIII Papa"

    oltre gli stereotipi

    Promosso dall'Associazione L'arte nel cuore e sostenuto dalla Fondazione Allianz Umana Mente, il film è stato realizzato con attori professionisti disabili che interpretano ruoli da protagonisti. Nel cast della commedia anche nomi famosi come Claudia Gerini e Valerio Mastrandrea.  

    Musica

    «Dopo Cara Italia ho deciso di dedicare un’altra canzone d’amore a chi mi sta a fianco, alla prima persona che potrebbe cambiare le cose, a un amico, un fratello o una sorella. Perché forse bisogna guardarsi a fianco prima di cercare di cambiare la testa di chi tra di noi non vuole mai scendere a giocare. Non ho ancora perso le speranze», dice il rapper

    il papa

    Francesco riceve i magistrati e i funzionari della Corte dei Conti: «Il vostro ruolo di controllo è fondamentale. Gli amministratori pubblici devono avvertire sempre più la responsabilità di operare con trasparenza e onestà»

    il personaggio

    La giovane altoatesina Ariane Benedikter è appena stata insignita dal presidente Mattarella del titolo di "Alfiere d'Italia" per il suo impegno ambientalista. Con l'associazione "Plant for the Planet", fin da bambina, gira l'Italia a parlare di clima nelle scuole.

    Pubblicità

     

    sicilia

    L'arcivescovo di Palermo lo ha ribadito dopo l'episodio della Messa celebrata in suffragio di un boss: la mafia è incompatibile con il messaggio cristiano. Ma c'è sempre spazio per la conversione.

    reportage

    Viaggio nel subcontinente sudamericano a un anno dall'esecuzione dell'attivista politica. Un Paese in cui i militari occupano i principali posti di potere, in profonda depressione economica, attraversato da forti contrasti sociali. Ogni anno si verificano oltre 60 mila omicidi.

    I libri più venduti

    il papa

    Francesco a Santa Marta: «Il giudizio verso gli altri è un’abitudine di cui non ci accorgiamo più. Oltre a quella materiale, esiste l’elemosina spirituale: perdere il tempo con un altro che ha bisogno, visitare un ammalato, sorridere»

    Giornata della Poesia

    La poesia è vita, e vive nella vita, anche nella sua quotidianità. Non c’è un momento per la poesia, tutti i momenti sono buoni. E non c’è un luogo per la poesia, perché tutti i luoghi possono accoglierla. Questa l’idea guida della prima giornata di primavera, giovedì 21 marzo, Giornata mondiale della poesia, a Pordenone

    musica

    Appuntamento il 20 marzo alle ore 21 nella Chiesa di San Marco con l’Orchestra dell’associazione sinfonica dell’associazione Mozart Italia diretta dal maestro Aldo Bernardi

     
    Le iniziative di Famiglia Cristiana
     
    Multimedia
    A colloquio con il padre
    Calendario
    Santo del giorno
    San Giuseppe
    Video
     
    Liturgia del giorno

    2Sam 7,4-5a.12-14a.16; Sal 88; Rm 4,13.16-18.22; Mt 1,16.18-21.24a opp. Lc 2,41-51a
       

    I testi biblici relativi a Giuseppe, lo sposo di Maria e padre legale di Gesù, sono piuttosto scarsi, a prima vista quasi lacunosi, e ciò spiega l’abbondante letteratura apocrifa su di lui, tra cui si segnala il Protovangelo di Giacomo. Tuttavia, scavando con attenzione nei dati neo-testamentari, emerge una figura interessante, capace di interpellare anche il lettore odierno. Mentre l’evangelista Marco non parla mai di Giuseppe, Matteo e Luca ce ne dicono il nome e Matteo ne specifica la professione di “carpentiere”, dandocene un ritratto di uomo “giusto” che, disponibile a compiere la volontà divina, consegna la propria vita a un progetto che lo trascende accettando di prendere con sé Maria, rimanendo accanto a lei, come sposo fedele, e a quel bimbo quale figura paterna positiva e responsabile. Sempre nel Vangelo di Matteo, Giuseppe si presenta come l’uomo obbediente che accoglie integralmente la volontà di Dio e sa prendersi cura delle persone affidategli. E quando l’angelo gli comanda di rifugiarsi in Egitto per sottrarsi alla minaccia di Erode, si comporta davvero come padre di Gesù che custodisce e protegge. Alla dolcezza della madre e alla debolezza del bambino, egli accompagna la fermezza della sua presenza e dedizione. Negli anni di Nazaret, Gesù riceve un’educazione nella quale il contributo di Giuseppe deve essere stato molto rilevante. Durante la vita pubblica del Cristo, il padre putativo scompare. La tradizione deduce che sia morto circondato dalla presenza di Maria e di Gesù e per questo egli diventa il protettore del moribondo cristiano, che affronta il trapasso con i conforti della fede. Il culto del santo, cominciato in forma privata nel secolo IX, divenne generale a partire dal secolo XIV e soprattutto XV. Nel 1621 Gregorio XV dichiarò il 19 marzo festa di precetto e nel 1870 Pio IX proclamò S. Giuseppe patrono della Chiesa universale. Giovanni XXIII ne introdusse il nome nel canone romano della Messa.

       

    Neis, scopria la nuova ed elegante enciclopedia illustrata dei santi
     
    Il vangelo della famiglia
    Rito Romano / Rito Ambrosiano
    Famiglia Cristiana in edicola
     
    Le iniziative San Paolo
     
    I blog selezionati
    Luca, l’evangelista delle donne
    Gianfranco Ravasi

    Le donne discepole

    I lettori che seguono con continuità il nostro viaggio testuale...

    Rito romano
    Fabio Rosini

    II Domenica di Quaresima (Anno C) - 17 Marzo 2019

    Come contemplare la bellezza di Dio Gesù prese con sé Pietro, Giovanni...

    Rito ambrosiano
    Don Luigi Galli

    Domenica 17 marzo - II di Quaresima

    Lettura del Vangelo secondo Giovanni (4,5-42) In quel tempo. Il Signore Gesù...

     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    Edicola San Paolo