logo san paolo
giovedì 20 febbraio 2020
 
 

Altro prete Giusto delle Nazioni

23/06/2011  A don Gaetano Piccinini la medaglia dello Yad Vashem. L'ambasciatore israeliano conferma: "Il Papa approvava il salvataggio degli ebrei". Fine delle polemiche su Pio XII ?

Benedetto XVI allo Yad Vashem
Benedetto XVI allo Yad Vashem

E’ l’ultimo “Giusto delle Nazioni”. E’ un prete cattolico. Si chiama don Gaetano Piccinini, orionino, scomparso 30 anni fa, che durante la guerra salvò numerosi ebrei, tra cui anche lo scultore Arrigo Minerbi, autore della grande statua della Madonna che sta in cima a Monte Mario a Roma. La medaglia dello Yad Vashem, il museo dell’Olocausto di Gerusalemme è stata consegnata al Superiore generale degli Orionini padre Flavio Peloso dall’ambasciatore israeliano presso la Santa Sede Mordechai Lewy. Il diplomatico ha ripercorso quegli anni tragici e ha spiegato che “sarebbe un errore” ritenere che l’opera di tanti sacerdoti e di tanti cattolici a favore degli ebrei a Roma durante l’occupazione nazista fosse avvenuta senza l’appoggio del Vaticano. Le dichiarazioni dell’ambasciatore sono importanti perché si tratta di un’opinione diversa rispetto a quelle espresse più volte anche da esponenti del governo israeliano circa il ruolo di Pio XII nella vicenda.

 Lewy in un’intervista esclusiva all’agenzia cattolica Zenit ( http://www.zenit.org/article-27185?l=italian ) ha ricordato che “l’ebraismo non è un monolite e ci sono opinione diverse sul piano storico”. Tuttavia, ha continuato, “sbaglia chi nega che il Vaticano, il Papa e le istituzioni cattoliche non si siano adoperate per salvare gli ebrei”. Eppure sarà difficile, secondo il diplomatico israeliano, aspettarsi qualche verità definitiva dagli archivi: “Non si può avere la verità completa, perché in tempi così duri molte cose non potevano nemmeno essere scritte”. Poi Lewy ha parlato dei giorni tragici del rastrellamento del ghetto di Roma: “Monasteri e orfanotrofi tenuti da ordini religiosi hanno aperto le porte agli ebrei e abbiamo motivo di pensare che ciò avvenisse sotto la supervisione dei più alti vertici del Vaticano, che erano quindi informati di tutto”. Le parole dell’ambasciatore non metteranno certamente fine alle polemiche sul ruolo di Pio XII, ma sono un altro tassello per riportare la questione all’interno del dibattito storico, evitando polemiche pretestuose e dichiaratamente anticattoliche di alcuni esponenti ebraici, ma non solo.

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%