logo san paolo
martedì 07 aprile 2020
 
 

Autismo, una giornata per conoscerlo

02/04/2012  Oggi è la Giornata mondiale dell'autismo indetta dall'Onu. Un bambino ogni 170 ne è affetto. L'iniziativa mira a sensibilizzare di più l’opinione pubblica e la politica sulla malattia.

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha fissato per oggi, lunedì 2 aprile 2012, la Giornata Mondiale dell’Autismo. Nata con l’idea di sensibilizzare sempre più e meglio l’opinione pubblica e la politica sociale degli Stati, simile ricorrenza prende le mosse dai dati preoccupanti di numerose e recenti ricerche.

Il disturbo autistico, infatti, è in continuo aumento: 1 bambino ogni 170 nati ne risulta affetto. Ma cosa si intende esattamente per autismo o per disturbo dello spettro autistico? Senza ombra di dubbio parliamo di una tra le patologie più complesse dell’età evolutiva. E, benché la sua causa non risulti ancora definita con certezza, l’ipotesi più accreditata, tra clinici e ricercatori di diversa formazione, riconosce un’origine genetica con impronta neuro-biologica.

Le principali difficoltà che incontra un bambino autistico fanno riferimento all’area della competenza sociale (uso distorto dei comportamenti non verbali, della reciprocità nella relazione e della condivisione emotiva), alla qualità della comunicazione e alla presenza di comportamenti insoliti, come, per esempio, le stereotipie e i manierismi. Ne risultano influenzate, dunque, sia le dimensioni cognitive sia quelle affettive, con la conseguenza di rendere molto complessa ogni forma di comunicazione tra l’adulto e il piccolo autistico.

La formulazione della diagnosi, tuttavia, non è sempre tempestiva. Anzi, secondo quanto emerso dall’indagine La dimensione nascosta delle disabilità, condotta dal Censis e presentata lo scorso febbraio, ben il 45,9% del campione coinvolto ha dovuto attendere tra 1 e 3 anni per ottenere la diagnosi, mentre il 13,5% ha aspettato anche più di 3 anni. Gli studi pubblicati nel corso degli ultimi anni hanno sottolineato, al contrario, la necessità di intervenire il prima possibile con la formulazione della diagnosi e con l’impostazione di un percorso terapeutico rivolto al bambino, coinvolgendo da subito i genitori. Ciò per non lasciarli soli nella “presa in carico” di una malattia così complessa e difficile da gestire.

La Giornata Mondiale dell’Autismo vuole ricordare, accanto alla gravità del problema, che questi bambini non sono “inferiori” agli altri. Sono solo un po’ diversi! Ecco perché non vanno “sistemati” in un ghetto separato. Al contrario, vanno accolti per la bellezza interiore che possono trasmetterci, compresa la loro nota e sregolata “genialità”. Sollecitate da queste motivazioni, diverse associazioni distribuite sul territorio italiano hanno organizzato numerose attività di sensibilizzazione. Tra queste, ricordiamo la presentazione del film Temple Grandin. Una donna straordinaria (lunedì 2 aprile, ore 09:30, Cinema Barberini in piazza Barberini a Roma), storia di una ragazza autistica che racconta di essere diventata una scienziata proprio grazie a questo disturbo (a cura dell’Istituto di Ortofonologia, IdO, e dell’associazione Divento Grande Onlus di Roma); e, infine, l’inaugurazione del secondo Centro del progetto Facciamo Breccia (sempre lunedì 2 aprile 2012, ore 11:00, Via Giambattista Soria, 13 – Roma), con la collaborazione dell’Ospedale pediatrico Bambin Gesù, dell’Associazione Una breccia nel muro e dell’Opera Don Calabria.

I vostri commenti
2
scrivi

Stai visualizzando  dei 2 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%