logo san paolo
mercoledì 17 luglio 2019
 
Il personaggio
 
Benessere

Barriales: "Mi curo con il sonno e con grandi passeggiate"

22/05/2015  L’attrice e conduttrice spagnola, durante le sue camminate, sente il bisogno di entrare in una chiesa: «Per mettere i piedi a terra, e guardarmi dentro. Quando ho bisogno di pace, la trovo solo così. È il mio modo di ricaricarmi». Anche dopo l’ultima brutta caduta...

Dieci giorni a riposo con una vistosa fasciatura alla caviglia, un collare cervicale e l’obbligo di indossare solo pantaloni larghi e scarpe senza tacco: queste sono state le conseguenze dell’incidente che è capitato circa tre mesi fa a Laura Barriales. «Sono proprio imbranata. Sono caduta rovinosamente dalle scale». La ragione per cui tutto questo è avvenuto, in effetti, è un po’ comica. «Ero insieme ad alcuni amici quando ho sentito da lontano le note di Bailando di Enrique Iglesias. Istintivamente mi sono precipitata verso la canzone e invece... sono precipitata proprio io. A ruzzoloni»!

Dopo la corsa al Pronto soccorso, per fortuna, le lastre hanno escluso fratture. «In fondo me la sono cavata bene, poteva andarmi molto peggio», ironizza Laura. «E poi, conciata in quel modo, ero pronta per fare i provini per il nuovo episodio de La mummia». Grazie all’aiuto di un bravo fisioterapista il dolore sta sempre più rientrando, ma non deve essere stato facile rallentare per una ragazza sempre in movimento come lei. «Tutti quelli che lavorano nel mio settore fanno un po’ una vita da zingari. Tra fiction, televisione e servizi fotografici rimbalzo per l’Italia come una pallina impazzita». Situazione che richiede una preparazione fisica non da poco. «A me questo non preoccupa. Sono figlia di un maratoneta un po’ folle che si rifiuta di prendere la macchina per spostarsi, preferendo percorrere a piedi tratti di strada per altri inimmaginabili. Il mio papà camminerebbe anche in autostrada». Il Dna non mente, «e infatti, proprio come lui, anch’io cammino tanto. Quando vivevo a Roma, la gente mi prendeva per pazza perché magari facevo chilometri e chilometri per andare da un posto all’altro, rifiutandomi di prendere un taxi. Tuttavia, credo di avere idee un po’ diverse rispetto a quelle di mio padre».

Cioè? «Gli voglio molto bene ma, come dice spesso la mia mamma, lo sport può diventare un vizio e nel suo caso è così. A volte, anche durante un pranzo, si deve alzare per fare un po' di stretching. Io sono molto più equilibrata nell'attività fisica e poi ho la fortuna che, pur volendo, non ho la possibilità di organizzarmi la vita sportiva per più di due settimane di fila nella stessa città».

Magari la Barriales non potrà giocare tutte le partite di tennis che vorrebbe, ma è il piacevole prezzo che paga chi ha successo e lavora molto. «È chiaro che non mi lamento aff atto», anche perché l’adrenalina del palco è un toccasana che a volte aiuta persino più di tanto movimento. «Io mi presento anche con la febbre alta o la testa che mi scoppia perché so che, quando la giostra parte, il mio corpo si dimentica di tutto».

C’è poi un piccolo grande segreto di benessere che l’attrice e conduttrice iberica non può non svelare ai nostri lettori.
«Lo ammetto, mi curo soprattutto con il sonno. Il nostro organismo è molto intelligente, e sa bene come mandarci i segnali giusti per farci capire che stiamo andando in riserva. Quando capita a me, mi “sparo” dodici o anche quindici ore di sonno di fila e, così, rinasco». Un rimedio antichissimo ma sempre molto efficace. «C’è solo una controindicazione. Quando mi sveglio e riaccendo il cellulare, sono sommersa da messaggini di persone preoccupate che mi sia successo qualcosa di brutto». Ansie comprensibili che la soubrette iberica capisce benissimo. «Ognuno ha le proprie paure. Io, per esempio, sono ago-fobica. Vado già nel panico quando devo farmi prelevare il sangue, non potrei mai sottopormi a una terapia di agopuntura. Forse anche per questa ragione non ho mai avuto approcci con la medicina alternativa. Preferisco la cara e vecchia Aspirina ed evito anche ogni tipo di pillola o integratore legati alla dieta».

Una dieta, quindi, quella di Laura, che deve essere del tutto naturale. «Ci mancherebbe. Ho la fortuna di amare molto le verdure e tutto il cibo in generale, tanto che sulla mia tavola non manca mai nulla. Per un periodo ho anche provato a essere vegetariana, perché riconosco che la carne di adesso non è il massimo della salute. Sentivo, però, che mi mancava il ferro e sapevo, come ho già detto, che non l’avrei mai assunto tramite integratori». Nessun accorgimento, quindi, per la sua linea perfetta? «Sto solo attenta a non mangiare i carboidrati la sera perché sono più pesanti da digerire. Se lo facessi, le mie dormite già colossali durerebbero anche di più»!

Oltre alla salute e all’alimentazione, Laura Barriales, si prende cura anche della propria anima. «Dedico molto tempo alla mia spiritualità e l’essere religiosa mi ha sempre aiutato». La strada percorsa dalla giovane donna è quella del dialogo. «Il mio è un lavoro in cui ti capita di conoscere tanta gente che ti riempie di complimenti e belle parole, e spesso ti trovi a volare. Proprio per questo motivo, ogni tanto sento la necessità, spesso durante una delle mie belle camminate, di entrare in una chiesa per mettere i piedi a terra, e guardarmi dentro». Un Un dialogo con Dio e la sua parte più profonda, per focalizzare le priorità. «Quando ho bisogno di pace, la trovo solo così. È il mio modo di ricaricarmi». E una grande carica l’attrice la trova anche in papa Francesco: «È quel che ci voleva in questo momento storico di grande confusione. La sua forza comunicativa riavvicinerà molti ragazzi alla religione e questo non può che essere un bene».

Intanto Laura Barriales, già da un anno volto del canale ufficiale della Juventus JTv, si avvicinerà ancor di più al pubblico televisivo italiano. Da metà mese, infatti, sarà una delle protagoniste della fiction Squadra Mobile, in onda su Canale 5, in cui interpreterà l’insolito ruolo di una perfida narcotrafficante

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
CREDERE
€ 78,00 € 52,80 - 32%
FELTRO CREATIVO
€ 22,00 € 0,00 - 18%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%