logo san paolo
martedì 17 luglio 2018
 
RASSEGNA
 

Milano apre le porte alle culture africane

25/06/2018  Dal 26 giugno al 1° luglio la città ospita la quinta edizione del festival Contaminafro. Tanti gli appuntamenti in tre diverse sedi, dagli spettacoli di ballo, teatro e percussioni al mercato dell'artigianato, dalle sfilate di moda ai laboratori per bambini.

(Nella foto sopra: lo spettacolo "Balle au pied" del Balletto nazionale ivoriano guidato da George Momboye)

Milano, città aperta, che non ha paura di spalancare le porte e accogliere altri mondi, altre culture. Per quasi una settimana, dl 26 giugno al 1° luglio, il capoluogo lombardo torna ad essere crocevia di suoni, immagini, sapori, profumi grazie a Contaminafro, il Festival delle culture contemporanee africane, giunto alla sua quinta edizione, ideato e diretto dal ballerino e coreografo camerunense Lazare Ohandja insieme all'associazione Mo'O Me Ndama. Un viaggio ideale alla scoperta del fermento creativo delle culture africane, attraverso le sue varie espressioni artistiche, dalla pittura alla danza, dalla fotografia alla gastronomia, dall'artigianato alla moda.

Culture, non cultura africana: già dalla scelta del nome il Festival abbatte gli stereotipi, a partire dalla tendenza diffusa a semplificare guardando il continente africano - almeno quello subsahariano - come un mondo tutto uguale, uniforme, sostanzialmente unitario al suo interno. 

Quest'anno lo slogan che fa da filo conduttore a tutta la rassegna è "Identità in evoluzione, l'accoglienza": un tema di urgente attualità in un'Europa sempre più meticcia, dove i figli degli immigrati, le seconde generazioni si confrontano, spesso in modo problematico, con il senso dell'appartenenza e la costruzione di una nuova identità.  

Il programma della rassegna è fitto di appuntamenti: jam session di percussionisti, spettacoli di teatro, proiezioni cinematografiche, mostre, sfilate di moda, conferenze, proposte culinarie, in tre diverse sedi, mare culturale urbano, la Triennale e la Fabbrica del vapore. Tra gli appuntamenti più attesi, una serata speciale al Teatro dell'arte della Triennale il 30 giugno con George Momboye, famoso coreografo della Costa d'avorio, alla guida del Balletto nazionale ivoriano

Dal 29 giugno al 1° luglio alla Fabbrica del vapore sbara il primo World market, il mercato più colorato ed eterogeneo di Milano, dove acquistare alimenti e oggetti di artigianato. Le bancarelle propongono prodotti di Paesi di tutto il mondo: Oriente, Occidente, Sud America, oltre all'Africa. Spazio anche ai bambini il 30 giugno e il 1° luglio con i laboratori alla Fabbrica del vapore: i più piccoli potranno suonare i tamburi, avvicinandosi al mondo dei griot, i cantastorie tradizionali, con la partecipazione del percussionista senegalese Balla Nar, creare maschere, strumenti e giochi africani. Per informazioni e programma: www.contaminafro.com

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo