logo san paolo
domenica 17 novembre 2019
 
giovedì santo
 

Giovedì Santo, il Papa nel Centro che accoglie i musulmani

22/03/2016  Francesco nella Messa in "Coena Domini" laverà i piedi a dodici giovani profughi scelti tra i quasi 900 ospiti del Cara di Castelnuovo Porto, piccolo centro a nord di Roma. Arrivano da 25 paesi diversi. Il gruppo più numeroso è quello degli eritrei, seguito da Mali e Nigeria. I musulmani sono 554 mentre i cristiani 239

Con l’allerta terrorismo alle stelle dopo gli attacchi che hanno messo in ginocchio Bruxelles, padre Federico Lombardi, portavoce della Sala Stampa vaticana, ha confermato tutti gli impegni di papa Francesco per la Settimana Santa, in particolare la Via Crucis del Venerdì Santo al Colosseo che si svolgerà, prevedibilmente, con misure di sicurezza rafforzate come pure la benedizione Urbi et Orbi in piazza San Pietro a Pasqua.
Quest'anno per la prima volta il Papa celebrerà la messa in Coena Domini del Giovedì Santo fuori Roma, al Centro di accoglienza per richiedenti asilo (CARA) di Castelnuovo Porto, comune a 30 chilometri a nord della Capitale tra la Flaminia e l’A1.
Il Papa farà il gesto della lavanda dei piedi a dodici giovani profughi ospitati nel centro, come ha annunciato il presidente del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione, monsignor Rino Fisichella, un gesto che, ha detto, è «come segno di servizio e attenzione alla loro condizione».

Il Cara di Castelnuovo è uno dei centri più importanti del Paese, dal 7 aprile 2014 è gestito dalla cooperativa sociale Auxilium che impiega 114 operatori. È stato aperto nel maggio 2008, occupa gli spazi di un ex centro polifunzionale del Dipartimento della Protezione Civile, è esteso su undicimila metri quadrati e conta 177 stanze. Attualmente ci sono 892 persone ospitate. «Mentre in Vaticano si annunciava l’arrivo del Papa per il Giovedì Santo», spiegano dalla cooperativa, «è arrivato un centinaio di eritrei». E aggiungono: «Siamo commossi e grati al Pontefice per la sua visita qui che ha un alto valore simbolico».

Giovedì Santo 2015, il Papa lava ai piedi ad un gruppo di detenuti del carcere di Rebibbia
Giovedì Santo 2015, il Papa lava ai piedi ad un gruppo di detenuti del carcere di Rebibbia

Ospiti da 25 Paesi diversi del mondo

È una piccola Onu il Cara scelto dal Papa. Gli ospiti provengono da 25 Paesi diversi del mondo (19 Paesi africani, 4 asiatici, 1 est Europa extra Ue). Il gruppo più numeroso viene dall’Eritrea (279) seguito dal Mali (135) dalla Nigeria (94), Gambia (79), Senegal (78), Pakistan (69) e Bangladesh (48). Su 892 ospiti, più di 770 sono uomini, 33 le donne,  7 i minori. L’ottanta per cento degli ospiti sono giovani con un’età compresa tra i 19 e i 26 anni, ma c’è anche una famiglia irachena che comprende quattro generazioni (dalla bisnonna ai bambini). I cattolici sono in minoranza.
La stragrande maggioranza degli ospiti (554) sono musulmani, 239 cristiani tra cui 98 pentecostali, 2 sono indù. Hanno un’istruzione che varia da quella elementare (specie tra chi viene dall’Africa Sub Sahariana a quella superiore e universitaria, specie tra chi viene dall’Asia (Pakistan, Iraq, Siria).  A oggi, spiegano dalla cooperativa Auxilium, degli oltre ottocento ospiti, il 20 per cento sono richiedenti asilo inseriti nel progetto Relocation, il 70 per cento sono richiedenti asilo ai quali è stato negato il permesso e sono in attesa dell’esito del ricorso al Tribunale ordinario e il 10 per cento sono in attesa di seconda accoglienza (SPRAR), oppure in attesa di esito dello status di rifugiato. La percentuale dei “diniegati”, ovvero di chi ha visto rigettata la propria domanda, che si è alzata notevolmente nell’ultimo anno. C’è da sottolineare che, in seguito all’istituzione da parte del prefetto di Roma Franco Gabrielli di due nuove commissioni, si sono notevolmente ridotti a Roma i tempi amministrativi per lo svolgimento della pratica di richiesta di asilo politico.

Il rapporto con il papa

  

Il rapporto che lega questo Centro al Papa è molto forte. Il 17 gennaio scorso 300 ospiti e operatori del Cara, cristiani e musulmani, portarono in Piazza San Pietro la grande bandiera che avevano realizzato cucendo assieme le 25 bandiere delle nazioni  presenti nel Centro per ringraziare il Pontefice e invocare la pace in occasione del Giubileo dei Migranti e dei rifugiati. Il 27 aprile 2015, invece, è arrivato a far visita al Centro monsignor Konrad Krajewski, l’elemosiniere del Papa, il quale ha portato agli ospiti «un caro e caloroso abbraccio da parte del Santo Padre». Auxilium ha avviato diverse attività nel Centro tra cui il Laboratorio di fotografia; il Laboratorio visite guidate;il  Laboratorio grafico-linguistico “La mia Africa”. E infine i corsi di pizzaiolo e panettiere organizzati con la fondazione "Il Faro" di Susanna Agnelli.    

I vostri commenti
13
scrivi

Stai visualizzando  dei 13 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    CREDERE
    € 88,40 € 52,80 - 40%
    FELTRO CREATIVO
    € 22,00 € 0,00 - 18%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%