logo san paolo
domenica 17 novembre 2019
 
 

F-35, al di là di omissioni e bugie

12/02/2013  Un dossier della campagna "Taglia le ali alle armi": ogni aereo costa 130 milioni di euro. La riforma della Difesa e l'acquisto di sistemi d'arma sempre più cari animano il dibattito.

Il tema degli armamenti e in particolare il controverso acquisto dei bombardieri F-35 è entrato nella campagna elettorale. Gli esponenti della campagna Taglia le ali alle armi (promossa dalla Rete Italiana Disarmo, dalla campagna Sbilanciamoci e dalla Tavola della Pace) sono i primi a rallegrarsene, ma colgono anche l'occasione per fare chiarezza, soprattutto sui costi di quelli che definiscono “i caccia dello spreco”.


Francesco Vignarca (che di recente ha pubblicato il libro Armi, un affare di Stato) dice: “Bisogna fermare questo programma di armamento per ragionare e capire davvero a che cosa ci troviamo di fronte. Abbiamo sentito troppe bugie, troppe cose che non stanno né in cielo né in terra”. Nel dossier curato da Vignarca insieme a Massimo Paolicelli si sottolineano tutti i punti deboli del programma legato all'acquisto degli F-35. Si legge che la Difesa non ha mai giustificato in modo convincente l'acquisto di un aereo “la cui elettronica sarà superata nel momento in cui entrerà in servizio (e gli aggiornamenti saranno costosi)”.  

Per quanto riguarda i costi, si prevede una spesa totale vicina ai 52 miliardi di euro. Con il costo di un solo cacciabombardiere F-35 (circa 130 milioni di euro), sostiene Sbilanciamoci, si potrebbero finanziare 32.250 borse di studio per studenti universitari, aiutare quasi 15 mila famiglie che hanno in casa disabili e anziani non autosufficienti, finanziare la costruzione di 387 asili nido, sostenere un anno di servizio civile per 15 mila ragazzi e ragazze.

Nel dossier vengono contestati anche i ritorni occupazioni e industriali del programma. Si era parlato della creazione di 10 mila posti di lavoro in Italia, in particolare nello stabilimento di Cameri, ma a fine dicembre “gli occupati a Cameri erano poche centinaia”.

I vostri commenti
6
scrivi

Stai visualizzando  dei 6 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    CREDERE
    € 88,40 € 52,80 - 40%
    FELTRO CREATIVO
    € 22,00 € 0,00 - 18%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%