logo san paolo
martedì 25 giugno 2019
 
 

Il biberon che pulisce l’acqua

16/05/2019  L’invenzione dell’italiana Gratzup. In 15 minuti il liquido viene sterilizzato. Ma i due fondatori della start-up hanno creato anche un contenitore che rende potabili 10 litri per volta. Ora si sta sperimentando in Ruanda

Nel mondo 1 persona su 4 non ha accesso a fonti d’acqua sicura e ogni anno oltre 840 mila persone muoiono perché sono costrette a bere e a lavarsi con acqua sporca e contaminata. Ma anche grazie alla creatività di una start-up italiana, la Gratzup, in un futuro non lontano la situazione potrebbe migliorare. I due fondatori sono marito e moglie: lui, Mauro Gazzelli, è un manager, lei, Shairin Sihabdeen, lavora come medico all’ospedale civico di Lugano.

Nel 2014 inventano un prototipo di uno speciale biberon che sterilizza l’acqua e la sua tettarella senza agenti esterni o filtri, sfruttando una qualsiasi fonte di calore. In meno di 15 minuti, un bambino che altrimenti sarebbe a forte rischio di contrarre una grave infezione intestinale, ha a disposizione acqua buona da bere. Da allora lo sviluppo di Gratzup non si è mai fermato grazie al contributo di università e centri di ricerca e negli anni il progetto ha trovato il sostegno di investitori internazionali che hanno permesso di creare nuovi prodotti: il G Tank, un contenitore in grado di “ripulire” 10 litri d’acqua e il G Plant, un innovativo impianto autonomo hi-tech di sterilizzazione d’acqua su larga scala che può rispondere ai bisogni di intere comunità.

Nel 2017 avviene l’incontro con padre Patrice Nitrushwa, un sacerdote ruandese che aveva vissuto per un periodo della sua vita in Italia e che invita Gazzelli a sperimentare per la prima volta il progetto in Ruanda, dove il problema dell’accesso all’acqua potabile è molto sentito come in diversi Paesi africani. Così nel 2018 viene firmato un memorandum con il Governo e la diocesi di Byumba, con il supporto di mons. Servilien Nzakamwita, per installare un sistema di sterilizzazione d’acqua su larga scala partendo da un progetto pilota che coinvolgesse un ospedale e una scuola: circa mille persone. Un team di biologi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano monitorerà i risultati del test che si svilupperà quest’anno, al cui termine è pronto un piano di installazione su larga scala in Ruanda e in altri Paesi (Tanzania, Etiopia, Egitto, Indonesia).

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
CREDERE
€ 78,00 € 52,80 - 32%
FELTRO CREATIVO
€ 22,00 € 0,00 - 18%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%