logo san paolo
mercoledì 13 novembre 2019
 
 

Il cielo e il paradiso

05/07/2012 

Perché Gesù nei Vangeli parla di “cielo” o “cieli” per indicare il paradiso?

Silvia R.

Fin dai tempi più remoti l'uomo ha considerato il cielo come qualcosa che, stando al di sopra, domina su di lui, e perciò è ambito del divino. Nell'Antico Testamento si ritrova questa concezione ancestrale, con la distinzione tuttavia che il cielo, insieme a tutto ciò che esiste, è stato creato da Dio (cfr. Gen 1,1), ed egli vi ha stabilito la sua dimora (cfr. Sal 33,14; 102,20; Gen 24,3). Il Nuovo Testamento riprende queste concezioni, in più inizia a sostituire con "cielo" il nomedivino (cfr. Mt 4,17 e Mc 1,15; Mt 3,17; 13,11; Lc 15,18). Gesù dichiara di essere «disceso dal cielo » (Gv 3,13), e che vi farà ritorno (Gv 6,62). Il termine "paradiso" nel NT si trova in 2Cor 12,4 e in Ap 2,7, ma è soprattutto la promessa di Gesù crocifisso al ladrone pentito (Lc 23,43) a far identificare la vita dei beati con lo stare con Gesù, nel "paradiso" o in "cielo", che non va pensato comeun "luogo", ma una condizione di vita piena e felice in comunione con Dio.
Giuseppe Pulcinelli

I vostri commenti
6
scrivi

Stai visualizzando  dei 6 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    CREDERE
    € 88,40 € 52,80 - 40%
    FELTRO CREATIVO
    € 22,00 € 0,00 - 18%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%