logo san paolo
sabato 26 maggio 2018
 
Integrazione & cultura
 

Il museo egizio di Torino ora parla arabo

19/12/2016  La bella iniziativa, proponendo due biglietti al prezzo di uno alle persone di lingua araba, vuole favorirne l'integrazione attraverso il patrimonio culturale.

IL MUSEO EGIZIO E L'INIZIATIVA "FORTUNATO CHI PARLA ARABO"

Sotto la guida del giovane direttore Christian Greco, il Museo egizio di Torino sta mostrando vicacità e capacità innovativa, aprendo lo straordinario patrimonio culturale alla città e al grande pubblico. Non fa eccezione la freschissima iniziativa "Fortunato chi parla arabo", che mira a coinvolgere la cittadinanza di lingua araba attraverso il museo con una campagna informativa che, dal 19 dicembre al 31 maggio, garantirà due biglietti al prezzo di uno. 

L'intelligente presupposto è che il patrimonio museale non appartiene alla cultura italiana e da qui nasce la volontà di avvicinare questa ricchezza a coloro che in esso possono trovare radici, identità e orgoglio, con l'obiettivo di stimolare la fruizione dell’offerta culturale della città per consentire ai cittadinI di lingua araba di essere sempre più parte della comunità con cui hanno scelto di vivere e condividere il futuro.

“L’Italia ha l’onore e l’onere di custodire una collezione che ha la sua conditio sine qua non nel suo Paese di provenienza, l’Egitto” dichiara il Direttore Christian Greco. “In un museo recentemente rinnovato, che si interroga su identità, missione e obiettivi futuri, siamo sempre più consapevoli del fatto che nessuna istituzione culturale esiste se non è connessa con il tessuto sociale in cui è inserita; scaturisce quindi la necessità di comprendere e interagire con i mutamenti di una società in evoluzione. Credo che la cultura materiale possa avere un ruolo importante nel costruire ponti fra le sponde del Mediterraneo, divenendo elemento principe della diplomazia culturale. Il rapporto costante tra soggetto e oggetto e ciò che può unire persone di provenienza socio-culturale diversa e che aiuta a riflettere su un’esperienza comune”.

OLTRE 33 MILA PERSONE DI LINGUA ARABA

  

La campagna di comunicazione di Fortunato chi parla arabo del Museo egizio, con affissioni concentrate su Torino e provincia, avrà una diffusione a livello nazionale grazie al web e offrirà un vantaggio consistente ai cittadini di lingua araba: 2 x 1, ovvero la possibilità di entrare in 2 al costo di un biglietto intero. La promozione sarà valida dal 19 dicembre 2016 al 31 marzo 2017.

Il target è numericamente rilevante: da una mappatura del territorio risultano 33.545 persone di lingua araba, regolarmente residenti nella Provincia di Torino (di cui 4.700 Egiziani) e 24.114 nel solo Comune.

I vostri commenti
10
scrivi

Stai visualizzando  dei 10 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo