logo san paolo
venerdì 22 novembre 2019
 
dossier
 

Notre Dame a fuoco, brucia uno dei simboli della cristianità europea

15/04/2019  FFiamme e fuoco dal tetto, a partire dalle 18,30. Crollata la guglia di 45 metri. La causa, dicono i pompieri, potrebbe essere legata ai lavori di restauro in corso. Il Presidente Emanuel Macron è corso nell'area devastata dall'incendio. Il capolavoro gotico sorto tra il 1163 e il 1344 è meta di pellegrinaggi: ha ispirato pittori e scrittori. Lo sgomento dei vescovi francesi e della Santa Sede

Parigi non è più la stessa. Alle 18,30 di lunedì 15 aprile le fiamme hanno ghermito uno dei simboli più amati del cristianesimo europeo. Un furioso incendio ha sfregiato Notre-Dame, la Cattedrale, meta di pellegrinaggi, ispirazione per tanti artisti. È già crollata la parte superiore dell'edificio, la guglia di 45 metri, emblema della città. I pompieri, che stanno intervenendo, affermano che il tutto è "probabilmente" legato ai lavori di ristrutturazione in corso.

L'intera Ile-de-la Cité, dove sorge Notre-Dame, è isolata, i turisti - molto numerosi - sono dall'altra parte della Senna e fissano le fiamme che stanno divorando il tetto e la guglia del monumento gotico. Sul posto sono già crollate parte delle impalcature che servivano per i lavori. Diversi elicotteri sorvolano la zona .Il presidente francese, Emmanuel Macron, che avrebbe dovuto annunciare attese riforme in diretta tv alle 20, ha rinviato l'intervento e si è recato nell'area devastata dal fuoco. 

Sedici statue del tetto di Notre-Dame si sono salvate per un soffio dall'incendio che sta devastando la cattedrale di Parigi: erano state rimosse per essere restaurate solo quattro giorni fa, l'11 aprile. Lo riferiscono i media francesi. I monumenti, alti tre metri e pesanti 250 chili, sarebbero dovuti tornare al loro posto, dopo il restauro, nel 2022.

«Rilasciare acqua da un aereo su questo tipo di edificio potrebbe causare il crollo dell'intera struttura», ha scritto in un tweet la Protezione civile francese dopo che in molti, guardando le fiamme si sono chiesti perché i pompieri non abbiano fatto uso di Canadair o di elicotteri appositamente attrezzati. «Siamo al fianco dei pompieri che al momento fanno il massimo per salvare Notre-Dame», conclude il tweet.

Con oltre 12 milioni di visitatori all’anno, Notre-Dame de Paris è il secondo monumento più visitato della capitale francese, dopo la Tour Eiffel e prima del Louvre. È anche la seconda chiesa più visitata d’Europa dopo la basilica di San Pietro a Roma.

 

“Ho avuto un grido di orrore”. Lo scrive in una dichiarazione ripresa dal quotidiano cattolico La Croix monsignor Éric de Moulins-Beaufort, 57 anni,  parigino, arcivescovo di Reims, teologo, eletto il 4 aprile presidente deilla Conferenza episcopale francese. “Sono stato ordinato in questa Cattedrale. Questo luogo rappresenta tanti eventi”. E continua: “Conservo un grande ricordo del raduno davanti alla Cattedrale dopo gli attacchi al Bataclan nel novembre 2015. Per un parigino, Notre Dame è una sorta di evidenza. Sono stato davanti alla Cattedrale questo pomeriggio. Questo dramma ci ricorda che niente su questa terra è fatto per durare per sempre. Penso molto alla diocesi di Parigi. La Messa del crisma non potrà essere celebrata. E’ una parte della nostra carne ad essere stata sfregiata. Ma spero che questo creerà un nuovo slancio, un movimento universale”.

"La Santa Sede ha accolto con shock e tristezza la notizia del terribile incendio che ha devastato la Cattedrale di Notre Dame, simbolo della cristianità in Francia e nel mondo" - ha affermato in una dichiarazione il direttore “ad interim” della Sala Stampa vaticana, Alessandro Gisotti - "Esprimiamo vicinanza ai cattolici francesi e alla popolazione di Parigi e assicuriamo le nostre preghiere per i pompieri e quanti stanno facendo il possibile per far fronte a questa drammatica situazione".

Multimedia
Dopo l'incendio di Notre-Dame, com'è cambiata la skyline di Parigi
Correlati
Parigi, il video girato all'interno di Notre Dame dopo l'incendio
Correlati
Dopo l'incendio di Notre-Dame, com'è cambiata la skyline di Parigi
Correlati
I vostri commenti
6
scrivi

Stai visualizzando  dei 6 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    CREDERE
    € 88,40 € 52,80 - 40%
    FELTRO CREATIVO
    € 22,00 € 0,00 - 18%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%