logo san paolo
sabato 14 dicembre 2019
 
LA NUOVA TV
 

La nuova padrona di Mediaset è Maria De Filippi

06/07/2016  Da sola o con i programmi della sua casa di produzione, la conduttrice sarà la regina dei palinsesti autunnali appena presentati. Una programmazione che punta quasi tutto sull'intrattenimento, a partire dal Grande Fratello in versione Vip. Parziale eccezione: la fiction in due puntate su papa Francesco.

Piersilvio Berlusconi, alla nostra domanda sugli ascolti deludenti ottenuti dalle ultime fiction di Mediaset è stato molto schietto parlando di un'incapacità di rinnovarsi e, più banalmente, del fatto che in periodo di crisi hanno ridotto gli investimenti. Per il futuro non sarà così (nel 2017 vedremo 4 film tv su eroi civili e il ritorno alla fiction di Gianni Morandi, mentre per l'autunno ci aspetta una fiction con Sabrina Ferilli e la versione estesa del film sul papa Chiamatemi Francesco), ma alla presentazione dei palinsesti autunnali una cosa è stata ben chiara: Mediaset concentrerà i suoi sforzi sul settore più redditizio e dove stacca la Rai in termini di ascolti (almeno sul target più appetibile dagli investitori, la fascia 15-64 anni): l'intrattenimento.

E chi è che in questo campo trasforma in oro tutto ciò che tocca? Maria De Filippi. Dopo essere stata corteggiata dalla concorrenza ha deciso che quella di Piersilvio era proprio un'offerta che non si poteva rifiutare. Non solo ripartirà con i confermatissimi Tu si que vales, C'è posta per te e Amici, (oltre naturalmente a Uomini e donne che presenterà la novità di cui proprio sentivamo il bisogno di un tronista gay) ma attraverso la sua società di produzione Fascino lancerà nuovi programmi: House party, sei serate dedicate a big della musica italiana con una puntata speciale dedicata a lei e alla sua amica Sabrina Ferilli, L'intervista condotto dal marito Maurizio Costanzo, il docureality Ultima fermata su Italia 1 e il programma che segna il ritorno a Mediaset di Simona Ventura, che non ha ancora nome ma che avrà come tema la bellezza, non solo estetica. Insomma, un mucchio di roba a cui se potrebbe aggiungere anche altra.

Per il resto, c'è il festeggiamento per il ventennale di Zelig con 4 serate celebrative condotte da Christian De Sica e Michelle Hunziker, Your song che ci accompagnerà alla ricerca della canzone del secolo (l'avevano già fatto il secolo scorso e per la cronaca aveva vinto Claudio Baglioni con Questo piccolo grande amore) e, per restare in tema di idee non nuovissime a cui si dà una riverniciata, torna pure il Grande Fratello: solo che stavolta i reclusi saranno Vip e la conduzione passerà a Ilary Blasi.

Così, in attesa del perfezionamento dell'accordo tra Mediaset e la francese Vivendi sulla cessione di Mediaset Premium, Berlusconi jr., dopo aver assicurato commosso che il padre Silvio sta bene che tornerà più forte di prima, ha detto che secondo lui il media del futuro è la vecchia, cara, Tv generalista. Lo dimostrebbero, tra l'altro, gli investimenti sempre più massicci che gruppi internazionali come Sky e Discovery faranno sui loro canali in chiaro Otto e Nove. E i giovani in fuga dalla Tv? E quelli che ormai vedono solo le serie americane? E quelli che non l'accendono proprio la Tv? Sarebbe facile dire che, come in un gioco dell'oca, siamo tornati alla casella di partenza perché molte cose sono davvero cambiate nel modo di fruire la Tv. Ma, almeno secondo gli investitori pubblicitari, visto che cambia tutto ma che ancora non si sa bene come trarre profitto da questi cambiamenti, il sistema migliore per avere introiti è il caro vecchio telecomando con un numero limitato di canali su cui vanno in onda programmi con volti familiari al grande pubblico. A iniziare da Maria De Filippi. 

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    CREDERE
    € 88,40 € 52,80 - 40%
    FELTRO CREATIVO
    € 22,00 € 0,00 - 18%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%