logo san paolo
venerdì 24 maggio 2019
 
Il patto per la scienza
 

La svolta pro vax di Beppe Grillo

11/01/2019  Il fondatore del Movimento Cinque Stelle firma l'appello a favore della scienza, vaccini compresi. I mal di pancia dei no vax. Meglio tardi che mai.

Contrordine grillini. L’antivaccinismo non è più nei programmi dei Cinque Stelle. Evviva, verrebbe da dire. Il fondatore e tuttora garante del Movimento Cinque Stelle, Beppe Grillo, accusato di sostenere posizioni antiscientifiche (soprattutto nel corso dei suoi show), firma “Il Patto per la scienza” promosso dal virologo Roberto Burioni , diventato uno dei principali protagonisti della campagna pro-vax  contro le “fake news” in medicina, non particolarmente amato, per usare un eufemismo, da molti elettori Cinque Stelle (e infatti Luigi Di Maio ha chiosato: “va bene la scienza, Burioni no”).

“Mi impegno a non sostenere o tollerare in alcun modo forme di pseudoscienza e/o di pseudomedicina che mettono a repentaglio la salute pubblica (negazionismo dell’Aids, anti-vaccinismo, terapie non basate sull’evidenza scientifica, etc.)”, recita il Patto.

L’appello, pubblicato da Burioni sul suo sito contro le fake news MedicalFacts, è lanciato insieme con Guido Silvestri, l’immunologo di fama mondiale (è uno dei massimi esperti internazionali di Hiv) e professore ad Atlanta negli Stati Uniti, al quale i Cinque Stelle in passato hanno affidato il compito di redigere un documento sulla strategia del partito in tema di prevenzione vaccinale.

Il Patto è stato sottoscritto anche dall’ex premier del Partito democratico Matteo Renzi, cosa che a molti dei no vax ha fatto venire l’orticaria (con o senza vaccino). Insomma: un Patto del Nazareno in salsa scientifica pro vax. Che sia l’antipasto di un ribaltone e di un rovesciamento delle alleanze tra Movimento Cinque Stelle e Pd? Fantapolitica?
Così Grillo spiega sul suo blog l’adesione al Patto, ispirandosi a Cartesio: “La scienza procede, senza timori attraverso il dubbio (anche su se stessa). La scienza, ed il suo mondo, hanno bisogno di sopravvivere, come qualunque altra cosa. Per questo condivido con voi il Patto Trasversale per la Scienza, perché il progresso della scienza deve essere riconosciuto come un valore universale dell’umanità e non può essere negato o distorto per fini politici e/o elettorali”. Grillo aggiunge un post scriptum: “Ho ricevuto il presente appello dal professor Guido Silvestri. Non conosco il professor Roberto Burioni”.

Ora il fondatore dei Cinque Stelle dovrà affrontare i mal di pancia e i travasi di bile della sua base No Vax, non preponderante in verità, se si giudicano le centinaia di commenti giunti ai suoi post che annunciavano la retromarcia vaccinista, rispetto a siti che hanno milioni di followers. Se andiamo a vedere gli spettacoli del comico genovese fin dagli anni ’90 (sono ampiamente disponibili in Rete) il nostro sui vaccini ne diceva di tutti i colori. Nel ’98 nello show “Apocalisse” spiegava che i vaccini ci fanno ammalare e che difterite e poliomelite stavano sparendo da soli, bastava dare un’occhiata ai trend.  Ora tra i commenti c’è chi chiede i soldi indietro degli spettacoli. E c’è chi parla di interessi Big Pharma, manovre delle lobbies, complotti di ogni tipo. Insomma, mancano solo le scie chimiche e i campi di grano su cui atterrano i dischi volanti. È nato anche l’hashtag #BuffonGrillo.
Quello di Beppe Grillo è un atto forse un po’ tardivo.  Ma, ammettiamolo, pur sempre responsabile e certamente riparatorio. Sullo sfondo un movimento che ultimamente rivela una certa incertezza per quanto riguarda temi che all’inizio erano considerati fondanti (dalle Trivelle alla Tav e alla Tap). “La smettete di cambiare decisione su tutto? Non sappiamo più su cosa criticarvi”, ha postato ieri un ex fan grillino.

 

 

I vostri commenti
2
scrivi

Stai visualizzando  dei 2 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    CREDERE
    € 78,00 € 52,80 - 32%
    FELTRO CREATIVO
    € 22,00 € 0,00 - 18%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%