logo san paolo
giovedì 21 novembre 2019
 
LUTTO
 

Lacrime, preghiere e applausi: l'Italia e il Papa con i Vigili del fuoco

06/11/2019  Dopo la morte di  Antonio Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo, nell'Alessandrino si scava e si indaga. A Roma Jorge Mario Bergoglio benedice un mezzo antincendio e una squadra di pompieri della Santa Sede. Sui social (ma non solo) la gente comune solidarizza con chi ogni giorno rischia la vita per gli altri.

Un vaso di fiori e un biglietto: «Per i nostri eroi». Una mano anonima ha dato forma ai sentimenti più profondi del Paese davanti alla cascina di Quargnento, in provincia di Alessandria, in ricordo di Antonio Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo, i tre Vigili del fuoco morti nella notte tra il 4 e il 5 novembre nell'esplosione che ha distrutto l'edificio. In Piemonte si scava e s'indaga. A Roma Jorge Mario Bergoglio benedice un mezzo antincendio e una squadra di pompieri della Santa Sede. In tutta Italia s'intrecciano cordoglio e gratitudine. 

Le macerie rimosse stanno via via  svelando particolari inquietanti ora all'attenzione dei Carabinieri del Ris e dei Vigili del fuoco del Nucleo investigativo anticendio territoriale (Niat) che affiancano nell'inchiesta l'autorità giudiziaria.  La deflagrazione mortale è stata causata da un ordigno preparato con un materiale diverso da quello normalmente utilizzato dalla criminalità organizzata. Sul posto sono stati trovati degli inneschi che erano stati collegati a bombole; c'erano dei fili elettrici e un timer. La Procura di Alessandria ha aperto un fascicolo, al momento contro ignoti, per l'esplosione. Omicidio plurimo e crollo doloso di edificio i reati ipotizzati.  Sulla vicenda gli inquirenti, che hanno ascoltato i proprietari della cascina e i loro familiari, mantengono il massimo riserbo. Dissidi familiari. truffa ai danni dell'assicurazione, vendetta per debiti non pagati: scartata quella dell'attentato terroristico, tutte le ipotesi vengono prese in considerazione e attentamente vagliate. 

Di certo ai Vigili del fuoco s'è stretta tantissima gente. Compreso il Papa. Poco prima di attraversare l'Arco delle Campane ed entrare in una piazza San Pietro gremita di fedeli per l'udienza generale del mercoledì, Francesco ha incontrato una delegazione del Corpo dei Vigili del fuoco vaticani, davanti a Casa Santa Marta. Ha benedetto un nuovo mezzo e si è intrattenuto con i pompieri ai quali ha riservato parole di incoraggiamento e plauso per l'impegno profuso a servizio degli altri, soprattutto in quelle occasioni in cui rischiano molto. «Il Pontefice ci ringrazia e ci incoraggia sempre, ogni volta che veniamo in contatto con lui, ogni volta che lo vediamo, siamo emozionati e commossi», ha dichiarato a Vatican News il coordinatore del Corpo, l'ingegner Paolo De Angelis.

 

Il post scritto da Nino Candido su Facebook nel giugno scorso, rilanciato in queste ore.
Il post scritto da Nino Candido su Facebook nel giugno scorso, rilanciato in queste ore.

La politica e la società civile, infine. «In questa dolorosa circostanza desidero esprimere la mia solidale vicinanza, rinnovando il profondo sentimento di fiducia e riconoscenza per la generosa dedizione al servizio della collettività», ha affermato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.  «Solidarietà e pieno sostegno ai Vigili del fuoco, eroi sempre in prima linea per garantire la nostra incolumità», ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Sui social si moltiplicano i grazie di gente comune, che abbraccia 25 anni, dall'impegno profuso durante l'alluvione in Piemonte del novembre 1994 (circa 70 morti) agli oltre 1.200 interventi di soccorso effettuati nelle ultime ore in Campania a causa di forti piogge, frane e smottamenti. E in tanti hanno rilanciato quanto Nino Candido scrisse a giugno su Facebook onorando i colleghi deceduti sul lavoro. Nel post, nel quale chiedeva dignità e rispetto per i Vigili del fuoco, si leggeva tra l'altro: «Lavoriamo in silenzio e abbiamo imparato a morire senza fare troppo rumore. Per quanto tempo ancora?». Nino (Antonio) Candido aveva 32 anni. Era sposato da poco più di un anno. Marco Triches, 38, lascia un figlio di appena tre anni. Matteo Gastaldo, 47, una bambina di 9.    

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
CREDERE
€ 88,40 € 52,80 - 40%
FELTRO CREATIVO
€ 22,00 € 0,00 - 18%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%