logo san paolo
sabato 24 ottobre 2020
 
UNA STORIA SPECIALE
 

Luigino, il neonato abbandonato e salvato dalla parrocchia

19/07/2020  Il nostro benvenuto al piccolo (il nome naturalmente è di fantasia), che ha 8 giorni ed è stato lasciato davanti alla chiesa di San Giovanni Battista nel quartiere di Poggiofranco a Bari. Il parroco, don Antonio Ruccia spiega: "Avevo installato già da qualche anno una culla termica, proprio per accogliere quei piccoli che i genitori naturali avessero deciso di non tenere. Stamattina, per fortuna è la prima volta, alle 8 e 15, l'allarme posto sul lettino è scattato e nella culla ho trovato il bimbetto con un biglietto "Mamma e papà ti ameranno per sempre". Ho avvertito il 118 e ora si trova nel reparto di neonatologia del Policlinico di Bari e sta bene".

L'immagine della culla termica dal video commovente che ci ha mandato il parroco don Antonio Ruccia pochissimi minuti dopo avere trovato il bambino e mentre era in attesa dall'ambulanza che l'avrebbe trasportato al Policlinico di Bari.
L'immagine della culla termica dal video commovente che ci ha mandato il parroco don Antonio Ruccia pochissimi minuti dopo avere trovato il bambino e mentre era in attesa dall'ambulanza che l'avrebbe trasportato al Policlinico di Bari.

«Qualche tempo fa era successo che erano stati abbandonati dei bimbi su due spiagge nei pressi di a Bari. Nel 2015, in accordo con il Consiglio Pastorale parrocchiale decidemmo di sistemare una culla termica, all'interno del cortile della parrocchia ma raggiungibile dall'esterno, in modo che chi si trovasse nella condizione di abbandonare il suo bambino, potesse farlo in modo anonimo e sicuro», racconta il parroco della chiesa di San Giovanni Battista di Bari, nel quartiere Poggiofranco. «Da allora non era successo niente, fino a stamattina. Alle 8 e 15 è scattato l'allarme che avevamo installato sulla culla e ho trovato questo meraviglioso bambinello che piangeva, con un bigliettino scritto dai suoi genitori, con il suo nome e un pensiero scritto in stampatello».

Ancora emozionatissimo, per averlo tenuto per brevi minuti tra le sue braccia (giusto il tempo di chiamare il 118 per l'emergenza), don Antonio, 57 anni, già direttore per cinque anni della Caritas di Bari, ci ha raccontato tutto appena rientrato dopo i dovuti accertamenti dai Carabinieri.

«Il bambino è stato affidato per il momento al primario del reparto di neonatologia. Stava bene ed era molto ben curato. Indossava una tutina bianca e azzurra. Il mio sogno sarebbe di poterlo battezzare, anche se per il dovuto anonimato che è scattato dalle primissime ore, forse non mi sarà possibile».

Il parroco, che ha sempre condotto la sua comunità con spirito famigliare («Anche durante il lockdown non abbiamo mai smesso di vederci ogni giorno con tutti anche sul web», spiega) è felice perché sente di avere salvato una vita. «Forse è stata colpa della crisi dovuta alla pandemia e magari i genitori pur amandolo tantissimo, basta guardarlo come si può non amarlo?, hanno dovuto lasciarlo qui. Ora troverà di certo qualcuno che potrà crescerlo in serenità». Certo, con la benedizione e la preghiera di tutti i parrocchiani, nostra, e soprattutto di don Antonio che di certo non dimenticherà mai questa mattinata.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%
PAROLA E PREGHIERA
€ 33,60 € 33,50
VITA PASTORALE
€ 29,00
GAZZETTA D'ALBA
€ 62,40 € 0,00 - 14%