logo san paolo
martedì 24 novembre 2020
 
dossier
 

Operazione Farmabusiness, arrestato il presidente del Consiglio regionale calabrese

19/11/2020  Domenico Tallini ai domiciliari: avrebbe favorito un clan di 'ndrangheta che commerciava in farmaci in cambio di voti per la sua elezione e l'assunzione del figlio

Le mani della ‘ndrangheta sulle elezioni regionali del 2014. Piomba nel mezzo di giorni convulsi per la Calabria, per la girandola di commissari chiamati a “guarire” la sanità, la notizia dell’arresto del presidente della giunta regionale, Domenico Tallini. Avrebbe aiutato la cosca Grande Aracri, di Cutro (Crotone), ad avviare una società per la distribuzione di farmaci ottenendo in cambio i voti necessari per essere eletto sugli scranni regionali. Oggi esponente di Forza Italia dopo essere transitato, nella sua carriera politica lunga mezzo secolo, dal Movimento sociale, poi Alleanza Nazionale, all’Udeur di Mastella ed essere poi tornato al centro destra, Tallini è indagato, in particolare, per concorso esterno in associazione mafiosa e scambio elettorale politico-mafioso. Con lui eseguite altre 18 misure cautelari. Del totale dei 19, 11 sono custoditi in carcere e 8 ai domiciliari.

In pratica, come hanno spiegato in conferenza stampa, il procuratore Nicola Gratteri, l’aggiunto Vincenzo Capomolla e i comandanti provinciali dei carabinieri di Catanzaro e Crotone, Antonio Montanaro e Danilo Cimicata, che hanno condotto l’operazione Farmabusiness, Tallini avrebbe agevolate, per la pressione che poteva esercitare a livello politico e burocratico, la costituzione di una società finalizzata alla distribuzione all’ingrosso di prodotti farmaceutici da banco e di parafarmaceutici. La società, facente capo alla potentissima cosca di Nicolino Grande Aracri, vendeva poi i prodotti attraverso una rete di una ventina di farmacia, di cui due collocate in Puglia e una in Emilia. In cambio delle agevolazioni, «senza le quali il capannone di stoccaggio non sarebbe partito», viene spiegato nella conferenza stampa, il clan avrebbe fornito al politico il suo pacchetto di voti per le regionali del 2014 e avrebbe poi assunto anche suo figlio. «Ormai», è il commento delle forze dell’ordine, «solo residualmente la ndrangheta usa metodi violenti, mentre, invece, dimostra grande capacità di entrare nell’economia compresa la green economy». Questo non vuol dire, però, che non abbia una potenza militare alle spalle, come dimostrano anche gli ingenti sequestri di armi e i violenti atti intimidatori o le estorsioni che continuano a essere commessi.

Complessivamente agli indagati si contestano, a vario titolo, oltre ai reati già citati, anche  quelli, di legge nell’ordinanza, di «associazione di tipo mafioso, impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, detenzione illegale di armi, trasferimento fraudolento di valori, tentata estorsione, ricettazione e violenza o minaccia a un pubblico ufficiale».

Il provvedimento trae origine da due attività investigative convergenti, , arriva al termine di anni di indagini e intercettazioni e mette alle strette, sottolinea il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, «la famiglia di ndrangheta più importante del crotonese, con una capacità tentacolare e pervarsiva di condizionare vari settori compresi quelli istituzionali e politici». Proprio su questa capacità pervasiva della criminalità, il procuratore Gratteri, insieme con Antonio Nicaso, ha appena pubblicato il suo ultimo lavoro “Ossigeno illegale. Come le mafie approfitteranno dell’emergenza Covid-19 per radicarsi nel territorio italiano” (Mondadori), in libreria in questi giorni.

Multimedia
Farmabusiness, l'operazione dei Carabinieri di Catanzaro e Crotone
Correlati
I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%
PAROLA E PREGHIERA
€ 33,60 € 33,50
VITA PASTORALE
€ 29,00
GAZZETTA D'ALBA
€ 62,40 € 0,00 - 14%