logo san paolo
domenica 23 settembre 2018
 
dossier
 

Papa Francesco nel film di Wenders

14/05/2018  Il regista tedesco ha presentato a Cannes il suo documentario sul Pontefice

Il Papa della gente, del dialogo, che preferisce abbracciare i fedeli invece di chiudersi in Vaticano. Il maestro Wim Wenders lo riprende nei suoi viaggi, mentre è in mezzo alle persone e non smette mai di sorridere, di ispirare fiducia. «La nostra Chiesa si fonda sulla speranza», spiega Papa Francesco in un’intervista frontale, mentre con i suoi occhi profondi si rivolge direttamente al pubblico. «Bisogna credere nel futuro, nella possibilità di cambiare le cose».
Papa Francesco – Un uomo di parola è un documentario per tutti, anche per chi non è cattolico. Invita ad ascoltare gli altri, a cercare di risolvere le difficoltà insieme per non distruggere le famiglie. E poi arrivano i figli, che non bisogna mai abbandonare durante la loro crescita. «Giochi con i tuoi bambini?», chiede sempre Bergoglio nel confessionale, perché ormai di tempo sembra non essercene più. La velocità del mondo ci stritola. «Dobbiamo fermarci qualche volta, per la nostra salute mentale e fisica». 
Un Papa poliedrico, sempre pronto a dare se stesso, a includere invece di lasciare alla porta. «Chi sono io per giudicare un omosessuale?», si chiede davanti a una platea di giornalisti. Lui riscrive le regole, tende la mano a ebrei e musulmani, sostenendo che siamo «tutti figli di Adamo, e questo non si può cambiare». Richiama alla fratellanza e si scaglia contro i preti pedofili: «Tolleranza zero verso ogni tipo di abuso». 
 

Wenders lo mostra come un uomo a tutto tondo, che non ha paura di rispondere a ogni tipo di domanda. Il regista ripercorre i suoi anni di pontificato, sottolineando la necessità di una Chiesa povera, vicina ai bisognosi, sulle orme di San Francesco, più volte portato in scena con sequenze in bianco e nero. Tutto sembra essere iniziato ad Assisi, quando il santo ha scritto il Cantico delle creature per ringraziare il Signore per le bellezze della Terra. Oggi Bergoglio è un papa attento all’ambiente, che invita i potenti ad avere cura del nostro pianeta e soprattutto delle persone. «L’80% della ricchezza mondiale è nelle mani di un numero ristretto di uomini”. Intanto molti giovani non riescono a trovare un lavoro e chi non ha un’occupazione perde la propria dignità». 
Papa Francesco – Un uomo di parola non è solo un film su Bergoglio o con Bergoglio, ma vola più in alto. Wenders ci regala una regia appassionata, credente, che va oltre la religione e ogni ideologia. È bello vedere il Papa che piano piano inizia a sentirsi a suo agio con la macchina da presa, e si apre sempre di più verso lo spettatore. Racconta di quando era “ai confini del mondo”, e di come bisogna essere un po’ masochisti per diventare successori di Pietro. È un uomo di parola, coerente, in un documentario di grande forza e passione.

Multimedia
Wim Wenders: «Il Papa ha guardato dritto nella macchina da presa e parlato direttamente alla gente»
Correlati
Wim Wenders: «Il Papa ha guardato dritto nella macchina da presa e parlato direttamente alla gente»
Correlati
A Cannes la marcia delle donne
Correlati
I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo