logo san paolo
lunedì 24 giugno 2019
 
PENSIONI
 

Gigi De Palo: «Pensioni? Inseriamo l'Opzione mamma»

24/10/2018  Il Governo, nella recente manovra finanziaria, ha mantenuto l'Opzione donna. Ma il Forum delle Associazioni Familiari chiede di trasformare questa possibilità in Opzione mamma, riconoscendo ai fini pensionistici, i contributi figurativi di almeno un anno per ogni nuovo figlio nato alle lavoratrici che lo desiderano

Nella recente manovra finanziaria approvata dal Governo, oltre alla discussa "quota 100" riguardante la riforma della pensioni, rimane l' "Opzione Donna", cioè una pensione di anzianità agevolata dal punto di vista dei requisiti di accesso, varata per la prima volta da un governo Berlusconi e dal Ministro Maroni. Le donne che desiderano usufruirne possono pensionarsi anticipatamente in cambio del ricalcolo contributivo del proprio assegno previdenziale. 

Ma  il Forum Famiglie chiede di trasformare l’Opzione donna, prevista in Legge di Bilancio, in Opzione mamma, «riconoscendo ai fini pensionistici alle mamme lavoratrici contributi figurativi di almeno un anno per ogni nuovo figlio nato, come avviene peraltro già in Francia, Spagna, Russia e altri Paesi». Nel contempo, come suggerito anche dall’Associazione Nazionale Famiglie Numerose, «è urgente eliminare eventuali penalizzazioni per la loro uscita anticipata dal lavoro e pensare di abbassarne ulteriormente l’età pensionabile: tutti correttivi necessari per rendere finalmente equo il calcolo delle pensioni per le madri che lavorano, riconoscendo nel contempo il loro ruolo fondamentale di mamme, che si prendono cura e fanno crescere i cittadini del domani»: così il presidente nazionale del Forum delle Associazioni Familiari, Gigi De Palo, in merito alla proroga della cosiddetta Opzione donna, prevista dalla Legge di Bilancio 2019, in cui viene consentito alle donne lavoratrici di andare in pensione anticipatamente con il sistema contributivo, a 58 anni per le dipendenti e a 59 anni per le autonome, con almeno 35 anni di contributi.

«L’attivazione concreta dell’Opzione mamma, peraltro, potrebbe dare nuova fiducia a tante donne che lavorano e, non vedendo riconosciuto il loro ruolo sociale di madri, finiscono con il rinunciare al sogno tanto desiderato di una gravidanza. Per questo, il Forum Famiglie chiede che Governo e Parlamento tengano conto del numero di figli avuto da ogni donna lavoratrice, per crescere i quali la mamma deve spesso ricorrere a congedi supplementari facoltativi, aspettative non retribuite, part-time, non di rado rinunciando ai percorsi di carriera, quando non al lavoro tout court. Sono tutte azioni che producono effetti negativi ai fini pensionistici, con pensioni sempre più basse e difficili da raggiungere», conclude De Palo.

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    CREDERE
    € 78,00 € 52,80 - 32%
    FELTRO CREATIVO
    € 22,00 € 0,00 - 18%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%