logo san paolo
martedì 25 settembre 2018
 
 
Jesus

Perché la ricerca dell'unità non è cedimento al sincretismo

21/06/2018  Nel testo conclusivo dell'ultima Assemblea del Cec a Busan, in Corea del Sud, la promessa «condividere l’esperienza della ricerca dell’unità come segno di speranza per il mondo». I Coreani parlano di madang, tradizionale cortile che collega le diverse parti di una casa, luogo di discussione e centro della vita familiare: il sogno ecumenico, che anche il nostro pianeta possa essere un potenziale madang

Da gennaio si sono aperte a Ginevra le celebrazioni per il 70° anniversario del Consiglio ecumenico delle Chiese (Cec), principale raggruppamento di Chiese cristiane su scala mondiale (cui la Chiesa caolica partecipa da osservatrice).

Durante la sua settima assemblea, tenuta a Canberra (Australia) nel 1991 sul tema Vieni, Spirito Santo, rinnova l’intera creazione, fra le relazioni introduive ci fu quella della teologa presbiteriana sudcoreana Chung Hyun Kyung. Che parlò dello Spirito in termini così innovativi da suscitare tra i presenti non poche proteste: in particolare fu la componente ortodossa a cogliervi un cedimento al sincretismo, più che un’inculturazione del credo cristiano, e il segno della profonda crisi che il movimento ecumenico stava attraversando. In quella crisi, che raggiunse anche i grandi media, è possibile cogliere tutta la fatica, ma anche la necessità, del lavoro (spesso oscuro) fatto nei suoi 70 anni dal Cec. Che ha avuto fra l’altro il merito di portare all’attenzione dell’opinione pubblica l’irruzione di quella che P. Jenkins ha chiamato la Terza Chiesa.

Mentre la sua ultima assemblea, a Busan (Corea del Sud), nel 2013, ha evidenziato il ruolo cruciale dell’Asia nel panorama geopolitico dell’odierno cristianesimo, ormai sempre più globale. E se dall’incontro fondativo di Amsterdam (1948) i partecipanti si lasciarono dichiarando l’intenzione di stare assieme, nel testo conclusivo di Busan si proclama l’intenzione di muoversi assieme; e di «condividere l’esperienza della ricerca dell’unità fatta in Corea come segno di speranza per il mondo». Rinviando all’idea di madang, tradizionale cortile coreano che collega le diverse parti di una casa, luogo di discussione e centro della vita familiare e di comunità: fino a immaginare il nostro pianeta come un potenziale madang.

(foto Ansa, articolo pubblicato originariamente su Jesus di marzo 2018)

Multimedia
Le immagini della Messa del Papa a Ginevra
Correlati
I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo