logo san paolo
venerdì 13 dicembre 2019
 
Cinema
 

Quanta dignità nel lavoro manuale

24/10/2018  Presentato al Festival del cinema di Roma il documentario di Giacomo Gatti "Il fattore umano, lo spirito del lavoro". lavoratori all'opera dalla viticoltura al tessile, dall’agricoltura all’editoria, dalle tecnologie mediche più avanzate alle start up, dalla cultura ai pastifici

“Fondamentalmente sono le nostre mani che svolgono il lavoro principale”, dice con fierezza Andrea Poletti, operaio. “La bellezza della saldatura è che è fatta a mano”, aggiunge Tarciso Marchetti, saldatore. Produzioni intensive in contrapposizione con prodotti sostenibili di eccellenza, la qualità che passa attraverso la manodopera anziché fare ricorso all’automazione. Situazioni esemplari, che stimolano la creatività e gratificano chi si mette in gioco. In poche parole: Il Fattore Umano, lo spirito del lavoro, come ci propone il regista Giacomo Gatti nel documentario che ha girato viaggiando per l’Italia. È un ritratto appassionato di realtà troppo spesso ignorate o date per scontate. 

È stato presentato il 22 ottobre alla Festa del Cinema di Roma nella sezione Risonanze. Prodotto da Inaz Srl, è realizzato in collaborazione con Fondazione Ente Spettacolo, Fondazione Cinema per Roma, Festa del Cinema di Roma 2018, e con il patrocinio della Federazione Nazionale Dei Cavalieri Del Lavoro. L’essere umano è al centro e fa la differenza. Gatti ci presenta storie diversissime tra loro per luoghi, contesto e settore di attività. Dalla viticoltura al tessile, dall’agricoltura all’editoria, dalle tecnologie mediche più avanzate alle start up, dalla cultura ai pastifici. Si incontrano famiglie che lavorano con entusiasmo fianco a fianco: nonno, figlio e nipote. Il sentimento di “appartenenza” è radicato. I fondatori sostengono le idee innovative, aprendosi al cambiamento. 

Nel docufilm tutti sono disposti a investire nel futuro. Definiscono i loro prodotti “sartoriali”, perché solo la mano dell’uomo può dare risultati unici e perfetti, all’interno di un ciclo produttivo sostenibile. Si può scegliere se omologarsi o se fare la differenza. In un periodo di crisi occupazionale, di giovani alla ricerca affannosa di lavoro, Gatti compone un mosaico di persone che ancora realizzano sogni, in cui le nuove generazioni trovano spazio e danno impulso creativo, garantiscono la continuità innovando. Le macchine e l’automazione non sostituiscono l’uomo, ma si mettono al suo servizio. 

Tutto inizia da una “buona idea” da sostenere e fare crescere. “I doveri di un’impresa verso la comunità di origine sono grandissimi e diventano un piacere se non addirittura un vantaggio. Perché le probabilità di fare bene sono maggiori se c’è attenzione per il sociale. Per questo oggi si dice che l’impresa sociale ha maggiori possibilità di riuscita, anche se non c’è una connessione diretta, matematica”, dice Maurizio Sella, presidente del Gruppo Sella. “Tutti parlano dei problemi dei giovani, mi sono chiesto cosa posso fare? Abbiamo preso 20 ragazzi da 20 regioni d’Italia, anche senza averne bisogno. Gli abbiamo dato l’opportunità di fare uno stage pagato, poi li abbiamo assunti con un contratto a termine di un anno. Scaduto il periodo, li abbiamo confermati a tempo indeterminato perché erano seri, con tanta voglia di lavorare. Sono diventati indispensabili e non ci siamo fermati lì. Assumiamo ogni anno. Se tu ami questo Paese, se tu ami il mondo, devi sentire il dovere di fare qualcosa”, sostiene Ari Reza Arabnia, group’s chairman, president &CEO di Geiko Taikisha. Gatti ci dimostra che il fattore umano è un filo invisibile che lega tutti coloro che hanno una visione d’impresa responsabile, nel rispetto dell’ambiente e dell’uomo. Un ritratto appassionato del mondo del lavoro.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
CREDERE
€ 88,40 € 52,80 - 40%
FELTRO CREATIVO
€ 22,00 € 0,00 - 18%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%