logo san paolo
martedì 17 luglio 2018
 
Segni rivelatori
 

Quel caos nella cameretta delle ragazze: il disordine è interiore

02/07/2018 

Sono la nonna di due ragazzine di 9 e 14 anni. La loro mamma lavora part-time. Hanno un problema nella loro casa: si chiama caos. Ci sono giocattoli e vestiti in giro. Secondo me questo disordine non aiuta le ragazze a organizzare in modo corretto la loro vita. La loro camera straripa di cose; quando entro mi manca l’aria. Quando do consigli su come tenere in ordine i loro ambienti, vengo aggredita, non dalle mie nipoti, bensì dalla mamma, che ribadisce sempre che quella è casa sua e la gestisce come vuole. In camera sua si fa fatica a passare tanta è la roba che vi è dentro. Sono preoccupata.

ROSALIA

 Cara Rosalia, la situazione in casa di tua figlia è davvero caotica. Quando il disordine della casa è eccessivo e tutto viene “buttato lì” e accumulato, nulla ha più il suo posto. C’è il rischio, come temi tu, che la confusione dei locali si trasformi anche in disorganizzazione nella vita. Di solito sono le mamme a lamentarsi del disordine delle figlie. Le stanze delle ragazze, soprattutto in preadolescenza e prima adolescenza, diventano terra di nessuno e le madri si infuriano. Le ragazze trasformano lo “tsunami” che hanno dentro in “tsunami” della loro stanza, il cui disordine è specchio di quel caos interiore e della vita da cui sono travolte e che non sanno governare. La camera così diventa un territorio di “battaglia”: tirano fuori dall’armadio più vestiti perché non sanno mai quali indossare. Le magliette vengono sfilate e buttate a terra. E sulla scrivania i libri di scuola giacciono in ordine sparso, sotterrati sotto riviste, quaderni. Le mamme richiedono, a volte impongono, di rimettere ordine e a malavoglia, di tanto in tanto, le figlie obbediscono. Così periodicamente tutto ritorna a posto. E si ha la visione di come dovrebbero essere le cose. Sembra che tua figlia sia lei stessa travolta da un caos interiore, come – se non peggio – delle sue figlie. E se tua figlia non sa governare il disordine, è molto probabile che nemmeno le tue nipoti ci riescano. Perché sono rimaste senza l’allenatore, che in questo caso dovrebbe essere il genitore. Forse, poi, tua figlia soffre anche di sindrome dell’accumulatore compulsivo, una patologia che impedisce alle persone di buttare via ciò che non serve più, con un eccesso crescente di oggetti, inutilizzati e/o inutili, nei propri spazi di vita, che nei casi più gravi compromette la salute e la libertà di azione nei locali. Leggi con le ragazze La magia del riordino. Una storia d’amore illustrata di M. Kondo (Vallardi), un libro a fumetti che insegna a mettere ordine in casa per poter mettere ordine nella propria vita. Tua figlia dovrebbe anche parlare con il medico di famiglia. Le spiegherà i rischi per la salute di un ambiente così affollato ed eventualmente le consiglierà uno specialista per la sindrome da accumulo.

Ti suggeriamo di leggere...

  

La magia del riordino. Una storia d'amore illustrata | Marie Kondo italiani | Vallardi A. su Sanpaolostore.it

Chiaki ha quasi trent'anni, è carina ma molto, molto disordinata. Anche la sua vita è un casino. Passa da un fidanzato all'altro senza trovare l'amore. Quando il suo attraente vicino irrompe nella sua vita, Chiaki si vergogna di tutto il disordine cha ha in casa e decide di chiedere aiuto a Marie Kondo...  

La magia del riordino. Una storia d'amore illustrata. Il manga | Marie Kondo italiani | Vallardi A. su Sanpaolostore.it

Il manga ispirato a "Il magico potere del riordino", scritto da Marie Kondo e illustrato da Yuko Uramoto.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo