logo san paolo
giovedì 26 novembre 2020
 
 

Quelle immagini, come l'11 settembre

07/01/2015  L'esecuzione feroce, spietata dei due terroristi nei confronti di un uomo inerte viene ripresa da un passante e trasmessa al mondo attraverso youtube. Sconvolgendo tutti noi.

La barbarie in diretta si propaga sui teleschermi del mondo intero, allaga la Rete e i socialnetworks, entra in tutte la case del mondo sconvolgendo il mondo. E' l'11 settembre dei francesi, quelle immagini contribuiscono ad acuire l'impatto. I Tg ripropongono il video dieci, cento, mille volte, come un disco infinito che gira nel cervello e nella retina. Si vedono i due stragisti in assetto paramilitare, vestiti di nero come demoni, aggirarsi in una strada deserta di Parigi. I due uomini sparano coi loro kalashnikov, si sentono i colpi echeggiare e si vedono i buchi sui muri di un placido arrondissement trasformato in inferno.

Il fotoamatore o il passante che riprende quella scena e che manderà il video su youtube in un batter d’occhio, punta la camera (o lo smartphone) verso un poliziotto che si contorce dal dolore. I due uomini si avvicinano, la vittima, disarmata, alza la mano come a implorare pietà. Uno dei due lo fulmina con placida ferocia. Poi i due si dirigono con calma alla macchina e si allontanano, quasi con noncuranza, come se avessero preso le sigarette al tabacchino. Sembra una scena del film Cronin, ma non è un film. E realtà. L’odio puro, assoluto, si manifesta attraverso il leviatano dei media, attraversa il mondo come un fluido rapido e inesorabile attraverso i social networks, viene rilanciato in tutto il mondo con ripetitività ossessiva, come è avvenuto l’11 settembre 2001 con l’attacco alle Torri Gemelle. Inutile chiedersi se quelle immagini dell’orrore giovano più all’Occidente, mostrando la spirale perversa di sangue, di paura in cui siamo caduti o al terrorismo islamico, un mix di barbarie medievale e di strumenti moderni:  armi, tecnologie all’avanguardia, social networks, video dell’orrore. Immagini che mirano al mondo islamico per mostrare la potenza, la capacità di "tenere in pugno gli infedeli" e di sconfiggerli in casa loro. Nulla conta che si sia ammazzata gente inerme, colpevole di esercitare il proprio libero pensiero.  

Quello del villaggio globale, per stare alla ben nota metafora di McLuhan, è un villaggio di sangue, ha ormai toccato rapidità mai viste,  lascerà cicatrici indelebili nei nostri ricordi. E nessuno è in grado di prevedere con quali conseguenze.

Multimedia
Islam, le matite dalla parte di Charlie Hebdo
Correlati
Parigi, l'assassinio del poliziotto ferito
Correlati
Islam, le matite dalla parte di Charlie Hebdo
Correlati
I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%
    PAROLA E PREGHIERA
    € 33,60 € 33,50
    VITA PASTORALE
    € 29,00
    GAZZETTA D'ALBA
    € 62,40 € 0,00 - 14%