logo san paolo
giovedì 22 aprile 2021
 
Siria
 

Siria, il mondo ascolti il grido dei piccoli

10/03/2014  Cinque organizzazioni umanitarie lanciano un appello per chiedere interventi immediati che pongano fine alle sofferenze dei bambini nel Paese martoriato da tre anni di guerra.

Il 15 marzo la guerra in Siria compirà tre anni. L'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unchr), l'Unicef, Mercy Corps, Save the Children e World Vision hanno lanciato un appello per raccogliere, entro quella data, un milione di firme. Le cinque organizzazioni vogliono esprimere l'indignazione dell'opinione pubblica mondiale e chiedere interventi immediati: «Se non si porrà fine agli interminabili orrori e sofferenze che vivono i bambini e se non si aumenteranno gli investimenti per la loro formazione e protezione, un'intera generazione sarà perduta».

Sono già 5 milioni e mezzo i bambini colpiti dalla crisi, ancora in territorio siriano o fuggiti nei Paesi vicini, e non ci si può permettere un quarto anno di spargimento di sangue, sofferenza e mancanza di istruzione. L'appello, «rivolto a tutti coloro che hanno la responsabilità e la possibilità di porre fine alle sofferenze dei bambini e salvaguardare il loro futuro», è disponibile sul sito www.change.org (http://bit.ly/nolostgeneration). La prima richiesta è di opporsi alla violenza contro i minori: «Tutti coloro che sono coinvolti nei combattimenti devono rispettare pienamente il diritto umanitario, porre fine al reclutamento di bambini, e impegnarsi per trovare una soluzione pacifica a questo conflitto». Si chiede poi di porre fine al blocco degli aiuti, agli attacchi contro gli operatori umanitari e contro le infrastrutture, in particolare scuole e ospedali.

Infine, le cinque organizzazioni invitano a «un rinnovato impegno per la riconciliazione, guidato da tutte le comunità coinvolte nel conflitto, e per maggiori investimenti nell'istruzione e nella tutela psicologica». I bambini, infatti, hanno bisogno di aiuto per riprendersi dai traumi che hanno affrontato e per acquisire le competenze di cui avranno bisogno per ricostruire il loro paese. A metà febbraio, una tregua umanitaria ha permesso ai veicoli delle Nazioni Unite e alla Croce Rossa di evacuare 1.151 civili dalla città vecchia di Homs. Spiegano gli operatori dell'Unicef: «C'erano almeno 500 bambini; erano terrorizzati, fragili ed emaciati, mentre le madri preoccupate non riuscivano a trattenere le lacrime. Tra di loro, 20 donne in gravidanza».

Purtroppo, la tregua è stata poi interrotta e l'Unicef stima che nella città ci siano ancora 500 bambini bombardati ogni giorno dalle forze del regime di Damasco. La tattica è quella "classica" dell'assedio: ogni giorno, la popolazione deve combattere una lotta quotidiana per trovare qualcosa da portare in tavola, la corrente elettrica va a tratti. Nel frattempo, il clima invernale, caratterizzato da basse temperature e frequenti piogge, continua a colpire chi ha perso la casa.

L'Unhcr segnala l’aumento di malattie respiratorie come l'asma e l'influenza, a causa del freddo e della necessità di bruciare plastica, spazzatura e altri rifiuti per riscaldarsi. Nel mese di febbraio, l'Agenzia, che ha ottenuto l'autorizzazione del Governo siriano, ha avviato i primi di 13 ponti aerei programmati per consegnare medicinali, beni di prima necessità, kit da cucina, raggiungendo 50mila sfollati nel nordest della Siria (da novembre 2013, 1 milione e 100mila i beneficiari). Ma il freddo non è l'unico problema. Oltre ai combattimenti in corso e alle loro conseguenze, molte strade sono ancora inaccessibili a causa dell'insicurezza e del deterioramento delle infrastrutture, rendendo così più costoso consegnare gli aiuti.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%
PAROLA E PREGHIERA
€ 33,60 € 33,50
VITA PASTORALE
€ 29,00
GAZZETTA D'ALBA
€ 62,40 € 53,90 - 14%