logo san paolo
lunedì 20 maggio 2019
 
Scuola
 

Verso l'esame di maturità: un decalogo per affrontarlo al meglio

13/03/2019  I consigli per i 429.000 studenti di quinta superiore per prepararsi alla prova nei prossimi tre mesi senza cadere nel panico. Bene studiare in gruppo, esercitarsi allo specchio e prendersi un break

Sono 429.000 gli studenti che dovrebbero sostenere l’esame di maturità. E a distanza di poco più di tre mesi dall’inizio degli esami cresce la fibrillazione,  a maggior ragione quest’anno in quanto saranno i primi ad affrontare la prova dopo la riforma. Un decalogo su come affrontare al meglio questa che rimarrà una delle prove più importanti della loro vita arriva da Giacomo Bruno, esperto in formazione e fondatore della casa editrice di ebook Bruno Editore. «Questo momento potrà essere il più bello, e allo stesso tempo il peggiore, della carriera scolastica di moltissimi giovani, l’importante è trovare un proprio metodo e non farsi prendere dal panico», dichiara.« Se lo studente riesce a superare senza troppi drammi questo ostacolo, acquisirà una maggior sicurezza e consapevolezza delle proprie capacità, e tale sensazione gli sarà utile quando si troverà a fare i conti con gli esami futuri, di qualsiasi natura essi siano». 
1.    Niente panico: non serve a nulla perdere la testa. Ti prepari a questo momento da 5 anni, hai tutti gli strumenti per ottenere il risultato che vuoi e interi mesi di tempo per prepararti, devi solo trovare il metodo migliore per te.
2.    Gruppi di studio: studiare con i compagni di classe è un buon modo per confrontarsi, simulando interrogazioni, condividendo dubbi e, perché no, gli appunti di ogni materia.
3.    Migliora il tuo metodo di apprendimento: se dopo ore chino sui libri ti sembra di non aver memorizzato nulla, forse dovresti rivedere il tuo metodo di studio. Ci sono molti libri che offrono indicazioni in merito, insegnando le tecniche migliori per immagazzinare quante più informazioni possibili. 
4.    Esercitati allo specchio: forse ti sentirai a disagio e ti sembrerà di parlare da solo, ma è un esercizio da non saltare. Ascoltati mentre ripeti ciò che hai studiato, controlla la postura, mantenendo spalle aperte e basse, lontane dalle orecchie, e il mento alto. Si tratta di un atteggiamento fiero, che oltre a farti sentire più sicuro, consente di respirare meglio, con una maggiore ossigenazione del sangue e, quindi, anche del cervello.
5.    Hobby e interessi: non smettere di fare ciò che ti piace, sacrificando ogni minuto per lo studio. Arriveresti al traguardo stanco, giù di tono e senza energia. Anche lo studio sarà più difficile, oltre a rendere queste settimane davvero deprimenti, lasciandoti un ricordo negativo che potrebbe influire in futuro.
6.    Concediti un break: scegli un sabato o una domenica di fine maggio, e regalati una gita fuori porta con i tuoi compagni di classe. Il sole ha un effetto benefico sull’umore e sulla fisiologia di tutto l’organismo. Siete vicini alla griglia di partenza, vi meritate una piccola evasione! Inoltre, consoliderà ancora di più il rapporto nato tra i banchi di scuola. 
7.    Super ripasso finale: va bene rilassarsi e lasciarsi andare, ma non perdiamo di vista l’obiettivo, ovvero, superare l’esame di maturità. Le settimane di giugno sono quelle del ripasso. Non tralasciare nulla, non fidarti di chi ti assicura di sapere quali siano gli argomenti più probabili e quelli che di certo non chiedono. A tal proposito può essere utile affrontare uno dei testi sulla lettura veloce che ti permetterà di ridurre notevolmente il tempo impiegato per rivedere ogni pagina.
8.    Notte prima degli esami: un caos di emozioni in contrasto tra loro. Prenditi tutto il pomeriggio libero per fare qualcosa che ami, che ti rilassi e ti metta di buon umore. La sera cerca di non cenare tardi, così da andare a letto presto. Prepara tutto ciò di cui avrai bisogno la sera, dai vestiti da mettere, agli appunti o i vocabolari da portare con te. Eviterai crisi di panico da ma-dove-è-finito o cosa-mi-metto.
9.    Respira: è arrivato il gran giorno. Mantieni la calma e concentrati sul respiro (la buona postura imparata con gli esercizi allo specchio dovrebbe aiutarti). Fare respiri lenti e profondi aiuta a combattere lo stress e a restare concentrati. Dunque, inspira ed espira, conosci la risposta a quel quesito, prenditi solo un minuto.
10.    Festeggia: ottimo lavoro! Hai terminato gli esami, ora non ti resta che goderti l’estate e far festa!

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo