logo san paolo
mercoledì 14 novembre 2018
 
I consigli salute di BenEssere Aggiornamenti rss BenEssere / La salute con l'anima a cura di Giuseppe Altamore

Estate sull’orlo di una crisi di nervi

Aumenta di quasi l’8 per cento in un anno il consumo di psicofarmaci utilizzati per combattere ansia, nevrosi, attacchi di panico e insonnia. È quanto emerge da un approfondimento sui consumi di psicofarmaci in Italia pubblicato sul portale dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). In crescita pure l’assunzione di benzodiazepine, ovvero una classe di sostanze che comprende ansiolitici, ipnotici e sedativi. Nel 2017 «si osserva un consumo di circa 50 dosi giornaliere ogni mille abitanti, con un incremento di circa l’8 per cento rispetto all’anno precedente. È un campanello d’allarme che rappresenta una risposta a livelli di stress e disagio psichico in crescita nella quotidianità», commenta Massimo Cozza, psichiatra e coordinatore del Dipartimento salute mentale Asl Roma 2, il più grande d’Italia con un bacino d’utenza di circa 1,3 milioni di abitanti. A pesare, prosegue, «sono una crescente solitudine, un futuro incerto e una sempre maggiore incapacità di gestire le frustrazioni».

Sono dati che fanno riflettere, perché direttamente o indirettamente quasi ogni famiglia ne è colpita. L’estate e il clima vacanziero che si respira nell’aria possono diventare un momento di ulteriore difficoltà per chi soffre di depressione o di altri disagi psichici. Per molti, l’esistenza quotidiana diventa ancora più pesante in mezzo a tanta incomprensibile euforia, con il caldo afoso, con le città che si svuotano e si trasformano in metafora della solitudine umana. Il mio pensiero va dunque a tutte quelle persone che a vario titolo soffrono e non possono godere del meritato periodo di riposo estivo.


21 giugno 2018

I vostri commenti
0
scrivi
 
Pubblicità
Edicola San Paolo