logo san paolo
martedì 24 novembre 2020
 

L'amore vince tutto, parola di Enea

Federico Barocci, "La Fuga di Enea da troia", Galleria Borghese, Roma.
Federico Barocci, "La Fuga di Enea da troia", Galleria Borghese, Roma.

In un'epoca di confusione, non è strano che si riscoprano i grandi miti: il mito indica una strada possibile nel caos che viviamo. Questo libro – coltissimo eppur semplice da leggere – riprende il mito di Enea. E perché? Perché Enea ha una lezione da insegnare ed è un mito adatto ai tempi bui, alle traversate, all'esodo da una civiltà in fiamme, ingannata e sconfitta. Enea ricerca una nuova patria, un luogo dove ricominciare traghettando la grande storia e i grandi valori che hanno sempre sostenuto la sua vita e la sua battaglia. La storia di Enea, ci spiega l'autrice, è una lettura caldamente raccomandata quando si è nel mezzo della bufera, e pure senza ombrello – nelle giornate di sole serve a poco o niente. D’altra parte Enea non si sottrae al dovere di guardare in faccia realtà raccapriccianti. Non esita a dare un nome a ciò che fino a poco tempo prima era a tutti ignoto. Enea pensa, cataloga, si sforza di comprendere. Ricompone il magma indefinito del caos. Solo una cosa significa essere Enea – si scrive: alla distruzione rispondere con la ricostruzione. Questa è la sua lezione.

Enea non è il classico eroe che tutto dispone. Enea piange, ama, ha paura, scappa, combatte, apre una strada, incontra. Un eroe... normale. Sa circoscrivere le proprie certezze: c'è chi le sue certezze le colloca in cielo, chi sulla terra. Enea ha una strategia, la pietas. Alla voce pietas il dizionario di latino riporta schiettamente “senso del dovere”, solidità, fermezza: assumersi la responsabilità morale di chi abbiamo accanto, non ostentare la disperazione quando si sta male né fare sfoggio di allegria quando si sta un poco meglio. La pietas salva Enea e la civiltà che fonderà.

Una rilettura dell'Eneide, oggi, potrebbe apparire fuori dal tempo e dalle nostre coordinate. Eppure l'Eneide è la storia di una traversata alla ricerca di una nuova patria, di un luogo dove riscoprire il senso di appartenenza ad un destino che ci accomuna. Questo è un tempo che ci chiede di recuperare le grandi virtù – la pietas tra le prime – per dare fondamento ad un'etica comune. Qualcuno potrebbe aver perso la speranza di fondare un'etica pubblica adatta al XXI secolo attraverso la riscoperta di alcuni grandi valori pubblici. Noi, invece, continuiamo a coltivare questa speranza: non ci lasciamo travolgere dalle tragedie e dalle violenze che percorrono il nostro tempo e andiamo avanti a cercare una patria dove tutti si sentano a proprio agio figli e fratelli. Lo facciamo con serietà e con perseveranza secondo una legge che si ispira all'amore sociale: Omnia vincit Amor, scrive Virgilio. La lezione di Enea, in fondo, è questa.

La lezione di Enea, di Andrea Marcolongo, Laterza, Bari, 2020

La lezione di Enea

 Vi siete mai chiesti perché, pur avendo dovuto tutti leggere l'Eneide a scuola, fatichiamo a ricordare qualcosa che non sia la fuga da Troia o la grande storia d'amore tragico con Didone?


10 novembre 2020

 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%
PAROLA E PREGHIERA
€ 33,60 € 33,50
VITA PASTORALE
€ 29,00
GAZZETTA D'ALBA
€ 62,40 € 0,00 - 14%