logo san paolo
sabato 22 settembre 2018
 

Netflix, e la Tv americana online arriva in Italia

È difficile prevederne il successo in un Paese come il nostro, ancora oggi fortemente legato alla Tv generalista, quindi all'idea che basta sedersi in poltrona per ricevere l'ampia offerta del Digitale Terrestre senza scomodarsi più di tanto nel costruirsi un proprio palinsesto. A parte i giovanissimi, che ormai non guardano quasi più la televisione e vanno di YouTube o di "on demand", e a parte gli appassionati di calcio che si dividono tra chi si abbona a  Sky e chi a Mediaset Premium, lo spettatore italiano medio si affida al telecomando che memorizza sui tasti in sequenza il risultato della sintonizzazione automatica. Per questo sarà interessante vedere come il pubblico accoglierà Netflix, la piattaforma Tv via Internet che in pochi anni si è fatta largo in tutto il mondo. La data ufficiale di partenza del servizio è il 22 ottobre. Gli abbonamenti per lo streaming partiranno da 7,99 euro al mese.

Ma che cosa si potrà guardare su Netflix? Intanto, diciamo subito che non sarà, o non sarà soltanto, un immenso archivio di film. Il servizio punta soprattutto su serie Tv in esclusiva (che hanno comunque un pubblico di appassionati), documentari e altri programmi da ogni parte del mondo. E qual è la forza di Netflix in questo campo? Per esempio, quella di far partecipare il pubblico alle maratone di serie tv con tutti gli episodi uno di seguito all'altro, anzichè aspettare gli appuntamenti settimanali come nella televisione tradizionale. In lingua originale, con sottotitoli o doppiate in italiano, arriveranno le serie originali di Marvel, Darevil e Jessica Jones (entro la fine dell'anno) e poi la miniserie The Defenders, che riunisce i personaggi delle quattro serie precedenti. E poi ancora le serie Sense8, Grace and Frankie, Unbreakable Kimmy Schmidt, Marco Polo e Narcos. E ancora:  documentari Virunga e Mission Blue, docu-serie come Chef's Table. Capitolo a parte le serie cult già in onda in Italia ossia House of Cards (Sky Atlantic) e Orange is the New Black, finito su Mediaset Premium, che comunque Netflix sta cercando di riconquistare.

Netflix conta nel mondo ad oggi oltre 65 milioni di abbonati in più di 50 Paesi, ai quali dal 22 ottobre si aggiungeranno anche gli spettatori italiani. Ed ecco in dettaglio i costi: un piano Base con una sessione di streaming alla volta e definizione standard a 7,99 euro al mese, un piano Standard con due sessioni di streaming contemporanee e alta definizione a 9,99 euro al mese e un piano Premium, che consentirà quattro sessioni di streaming alla volta e la visione in Ultra HD 4K a 11,99 euro. Due le partnership già siglate: con Telecom Italia e con Vodafone. Dunque, Netflix sarà disponibile anche tramite il set-top box TIMvision e i clienti della compagnia telefonica potranno pagare l'abbonamento Netflix tramite la bolletta TIM; mentre Vodafone offrirà diverse promozioni esclusive che includeranno abbonamenti con l'acquisto di servizi di fibra ottica o 4G. Ci saranno anche le carte regalo Netflix presso diversi rivenditori autorizzati, tra cui GameStop, Unieuro, MediaWorld, Esselunga, Mondadori ed Euronics. Primo mese di lancio gratis per tutti e la promessa iniziale di abbonarsi facilmente con un clic e altrettanto facilmente disdire (e questo va verificato vista la difficoltà che molti utenti riscontrano nello "sganciarsi" da abbonamenti fatti in passato). Si potrà accedere da Smart TV, tablet e smartphone, computer e da una serie di console per videogiochi e set-top box connessi a Internet, oltre che da Apple TV e Google Chromecast.

Attenzione, però: è vero che un abbonamento a Netflix costerà, in un piano Bese, appena 7.99 al mese. Ma cominciano a essere tanti i servizi in streaming offerti a quel prezzo o giù di lì: per esempio Spotify costa 9,99 euro al mese, lo streaming Amazon per leggere tutto quello che si vuole da una libreria nel "cloud" di 150 mila libri, costa anch'esso 9,99 euro al mese; se uno si fa un abbonamento di stoccaggio nella nuvola, che sia l'iCloud di Apple, o il Drive di Google, spende anche lì, a seconda dei Giga, dai 2,99 ai 9.99 dollari/euro al mese per 1 TeraByte di spazio sulla "nuvola". Dunque, se fate i conti: un abbonamento per Netflix, uno per la musica, uno per i libri, uno per il cloud, alla fine senza accorgercene arriviamo a spendere anche circa 40 euro al mese. Insomma: il prezzo di per sé è allettante, ma tutti gli streaming che ci offrono messi insieme alla fine del mese si sentono!


30 settembre 2015

I vostri commenti
0
scrivi
 
Pubblicità
Edicola San Paolo