logo san paolo
martedì 13 novembre 2018
 
Chiesa e Fede Aggiornamenti rss
 
Santo del giorno

Beatificato nel 1996 insieme a Daniele Comboni e canonizzato il 23 ottobre 2011 da Benedetto XVI, nonostante la malferma salute che lo accompagnò sempre e gli impedì di abbracciare completamente in prima persona la vita missionaria fu instancabile nel sostenerne il risveglio nel clero e nei seminari

 

Angelus

Papa Francesco ricorda che il più grande comandamento è quello dell'amore verso Dio e verso il prossimo.Un prossimo che non ci scegliamo noi. E prega per i cristiani uccisi in Egitto.

Santi

Carlo Borromeo fu fatto cardinale da suo zio, papa Pio IV, ed eletto vescovo di Milano. Abbandonata la carriera ecclesiastica a Roma, nell’arcidiocesi ambrosiana fu un pastore energico e risoluto: indisse sinodi e istituì seminari per la formazione del clero e visitò più volte l’immensa diocesi che si estendeva dalla Liguria alla Svizzera.

Nomine

Dopo la morte di monsignor Michele Castoro, che aveva ricevuto il Papa a San Giovanni Rotondo lo scorso 17 marzo, Bergoglio ha nominato nuovo arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, il preposito generale dell'ordine dei Chierici regolari di Somasca.

Vaticano

Nell'omelia della messa in ricordo dei cardinali e dei vescovi morti nell'anno, papa Francesco ricorda che il ministero va speso come l'olio della lampada delle vergin in attesa dello Sposo: senza essere appariscenti consumandosi per dare luce, preparandosi alle nozze, cioè alla meta ultima della nostra vita.

il dibattito

«Una legge che consideri gli individui come persone in grado di compiere delle scelte libere e consapevoli quando si trovano in condizioni estreme è segno di grande civiltà», scrive Valeria Imbrogno. «Il suicidio è sempre una sconfitta per tutti», la replica del fisiatra Angelo Mainini

2 novembre

L'idea di commemorare in un unica ricorrenza tutti i morti risale al secolo IX grazie all’abate benedettino sant’Odilone di Cluny. Il significato è quello di pregare le per le anime di tutti coloro che ci hanno preceduti nel segno della fede e si sono addormentati nella speranza della resurrezione e per tutti coloro dei quali solo Dio ha conosciuto la fede

1° novembre

Con la solennità di tutti i Santi uniti con Cristo nella gloria la Chiesa ancora pellegrina sulla terra venera in unico giubilo di festa la memoria di coloro della cui compagnia esulta il cielo, per essere incitata dal loro esempio e allietata dalla loro protezione. La festa si diffuse nell’Europa latina dall’VIII secolo

L'ANALISI

Il ruolo di Giacomo della Chiesa, che il 3 settembre 1914 venne inaspettatamente eletto Papa con il nome di Benedetto XV: denunciò la follia del conflitto ("un'inutile strage") adoperandosi - inascoltato - per cercare di limitarne l’estensione e per promuovere le condizioni di un pace rapida, senza vincitori né vinti. La circolare di Cadorna dell'aprile 1915 che riassegnò cappellani militari alle Forze armate (durante le ostilità furono in tutto  2.500). Le testimonianze di Angelo Roncalli, padre Giovanni Semeria, padre Pio, don Giovanni Minzoni, Erminio Filippo Pampuri, Giuseppe Moscati.

Tradizioni

Niente a che fare con streghe e zucche, in Sicilia tradizione (molto antica) vuole che la notte tra l'1 e il 2 novembre siano i defunti a portare i doni ai bambini, cosa che da sempre rende la commemorazione un evento festoso.

Portici

Nel Napoletano la gente va via perché manca il lavoro, ma la parrocchia è in prima linea nell’educazione dei giovani e nella promozione di una cultura della legalità e dell’accoglienza

Trasmettere la fede

Secondo il fondatore del monastero di Bose, che ha partecipato al Sinodo, solo l’annuncio di speranza fondata sulla morte e risurrezione di Cristo può smuovere questa generazione così lontana dalla Chiesa e dalla fede

Non solo Halloween

Ci siamo. Arriva la notte del 31 ottobre e ognuno si attrezza come può per difendere la comunione dei Santi dalle mode d’Oltreoceano. Don Giorgio Longo, in provincia di Varese, per esempio propone ai suoi ragazzi di sostituire i Santi alle zucche

udienza generale

"E' il luogo della nostra chiamata all’amore", dice papa Francesco, "e nell’amore autentico non c’è spazio per la lussuria e per la sua superficialità. Gli uomini e le donne meritano di più di questo!".

Chiesa

Francesco ha nominato l'attuale vicario generale della diocesi di Alba vescovo e segretario aggiunto a tempo pieno dei Consiglio dei nove cardinali che aiutano il Pontefice nel governo e nella riforma della Curia romana: «Questa nomina è un omaggio di affetto e di stima del Santo Padre per la nostra terra»

l'analisi

Dalle parole chiave più cercate agli argomenti utilizzati fino alla provenienza degli utenti. Nell’analisi di Giovanni Tridente, docente presso la Facoltà di Comunicazione Sociale della Pontificia Università della Santa Croce, un’analisi dettagliata di alcuni blog che contestano papa Bergoglio

l'ex fisiatra di fabo

Angelo Mainini, direttore sanitario della Fondazione Maddalena Grassi: «Una legge che stabilisca il limite oltre il quale una vita non è più degna di essere vissuta è impossibile perché non tiene conto della realtà concreta delle persone. Io sono a contatto con i malati tutti i giorni, la stragrande maggioranza di loro lotta per vivere»

santi

Giovane focolarina, morì per un cancro il 7 ottobre 1990 a 19 anni pronunciando queste parole: «Mamma sii felice, perché io lo sono. Ciao!», a coronamento di una sofferenza vissuta nella luce radiosa e consolante della fede che stupì gli stessi medici e le persone che le stavano intorno. È stata beatificata nel 2010. Chiara Lubich, fondatrice dei Focolari, la soprannominò “Luce” per il suo sorriso

IL PAPA

Francesco parla dell'ascolto e del discernimento comunitario. Poi esprime la vicinanza alla comunità ebraica di Pittsburgh colpita da un duro attentato.

SINODO

Ascolto, prossimità, testimonianza: papa Francesco  spiega le tre parole fondamentali per suscitare la fede che salva e chiude definitivamente l'assise che ha visto radunati, a Roma, per 26 giorni, 266 delegati tra cardinali, vescovi, teologi, religiosi, suore, esperti d'entrambi i sessi e 34 ragazzi. «Dio è giovane e ama i giovani», ha ricordato Bergoglio

Lavoro, affettività (e sesso), abusi, migranti: ecco il documento finale del Sinodo

Pubblicità
 
Multimedia
Edicola San Paolo