logo san paolo
giovedì 21 marzo 2019
 

Argan


Il prezioso olio conosciuto nei Paesi magrebini ha un forte potere idratante e antiossidante.

Nome botanico
Argania Spinosa L.

Nome comune
Argan, Argania.

Famiglia
Sapotaceae.

Parti usate
Semi, foglie.

Descrizione
Albero che cresce spontaneo in una zona calda e arida del sudovest del Marocco e nella regione di Tindouf in Algeria, raggiunge gli otto- dieci metri di altezza e può vivere oltre 200 anni. Ha foglie coriacee di colore verde scuro che formano una chioma ampia e arrotondata, piccoli fiori bianchi campanulati che compaiono tra maggio e giugno e rami molto spinosi. I frutti sono delle drupe carnose simili a olive; all’interno di ogni nocciolo si trovano due-tre mandorle dalle quali si estrae un prezioso olio.

Componenti
Acidi grassi saturi (palmitico, stearico) e insaturi (oleico, linoleico, gadoleico, arachidonico e alfa-linolenico), oltre a fl avonoidi, tocoferoli (vitamina E), triterpeni, xantofi lle e fi tosteroli.

A che cosa serve
L’olio ottenuto dalla lavorazione dei semi tramite pressatura e fi ltrazione, può essere utilizzato per uso alimentare o cosmetico a seconda che i semi vengano prima tostati o meno. In cosmetica si trova puro o aggiunto a prodotti per viso, corpo o capelli. Ha notevoli proprietà idratanti ma senza risultare troppo untuoso. L’elevata concentrazione di vitamina E conferisce a quest’olio un forte potere antiossidante contro i radicali liberi e gli agenti esterni responsabili dell’invecchiamento cutaneo (sole, smog, inquinamento). È utilizzato quindi come idratante, contro le smagliature, le cicatrici, le ipercheratosi cutanee, la psoriasi e come antirughe. Come impacco da fare prima dello shampoo, restituisce forza e lucentezza ai capelli aridi e sfibrati.

Anche in cucina

L’olio per uso alimentare è un ingrediente fondamentale della cucina berbera; si usa per condire varie pietanze fra cui il cuscus e il tajine, oppure viene cosparso direttamente sul pane o accompagnato da un buon tè alla menta. Unito al miele e alle mandorle consente di preparare la tradizionale crema marocchina Amlou beldia, cui sono attribuite proprietà afrodisiache.

Pubblicità
Edicola San Paolo