logo san paolo
mercoledì 20 marzo 2019
 

Tè verde


Non si tratta solo di una semplice bevanda, ma di un rimedio che apporta numerosi benefici.

Tè Verde
Tè Verde

Nome botanico
Camellia sinensis o Thea sinesi.

Nome comune
Tè, Tè verde.

Famiglia
Theaceae.

Parti usate
Foglie.

Descrizione
Originaria dell’India settentrionale e della Cina meridionale, la pianta del tè è un albero sempreverde, molto ramifi cato, che può raggiungere i dieci metri di altezza, ma che, per facilitarne la coltivazione, viene mantenuto al di sotto dei due metri. Presenta foglie ovali, oblunghe, dentate e acuminate, di colore verde chiaro lucente; i fi ori, solitari o raggruppati in due-tre, sono di colore bianco mentre il frutto è una piccola capsula che contiene i semi. Viene coltivato praticamente in tutto il mondo.

Componenti
Polifenoli (epicatechine) fra cui l’Egcg (epigallocatechina- 3-gallato), flavonoidi e tannini; vitamina C e vitamine del gruppo B; metilxantine come la caff eina e la teofi llina; inoltre alcuni minerali e amminoacidi.

A che cosa serve
Il Tè verde si diff erenzia dal tè nero in quanto, dopo la raccolta, le giovani foglie vengono sottoposte a una stabilizzazione con calore, che distrugge il sistema enzimatico responsabile dell’ossidazione e quindi dell’annerimento. Il Tè verde è stato studiato scientifi camente solo negli ultimi anni e gli si attribuiscono i seguenti effetti: forte potere antiossidante con diminuzione dei danni cellulari; attività di miglioramento del sistema cardiovascolare; minore incidenza di alcuni tipi di tumore (le popolazioni orientali si ammalano meno di cancro rispetto alle occidentali); azione positiva a livello dell’apparato digerente; aumento del metabolismo dei grassi e degli zuccheri (azione dimagrante); protezione del sistema nervoso (utile contro Parkinson e Alzheimer); antinfi ammatorio, antinfettivo, diuretico, disintossicante.

Fogli dell'Oriente

 - 

Esistono moltissime varietà di Tè verde. Il Tè verde cinese più conosciuto è il tipo “Gunpowder”, che presenta delle foglie arrotolate a formare delle piccole palline. Sono famosi anche i tè giapponesi, quelli indiani e di Ceylon. La classica preparazione per infusione prevede di bollire l’acqua e aspettare che si raff reddi fi no a circa 70 °C, quindi versarla sulle foglie e, dopo due-tre minuti al massimo, fi ltrare. In commercio si trovano facilmente anche capsule o compresse con estratto standardizzato di Tè verde.

Pubblicità
Edicola San Paolo